Schede Grafiche

Intel, il ritorno nelle GPU dedicate passa per una veterana di AMD

Intel ha assunto Masooma Bhaiwala, strappandola ad AMD, per guidare il suo ritorno nel mondo delle GPU dedicate previsto per l’anno prossimo. La donna, in una dichiarazione al sito CRN, ha affermato che il suo titolo in Intel è quello di “vicepresidente per le GPU discrete”, un ruolo che la vedrà quindi alla guida delle GPU dedicate per i settori client, datacenter e HPC.

La Bhaiwala ha iniziato a lavorare per il colosso dei microchip questo mese, in base al suo profilo LinkedIn, più precisamente nel team “Graphics and Throughput Computing Hardware Engineering” che rientra nella divisione Architecture, Graphics and Software gestita da Raja Koduri, anche lui ex di AMD, in Intel da fine 2017.

Masooma Bhaiwala lascia AMD dopo 15 anni e 6 mesi, ma sul suo profilo scrive di avere più di 27 anni di esperienza nel “costruire team che progettano chip e realizzano soluzioni di alta qualità rispettando le tempistiche”.

“Dopo oltre 15 anni incredibili in AMD ho deciso di cogliere un’opportunità differente… è stata una corsa davvero divertente, con un team incredibile, durante la quale abbiamo realizzato dei chip davvero fantastici”, si legge in un post su LinkedIn.

La Bhaiwala è solo l’ultima di una lunga serie di ex dirigenti e ingegneri che Intel ha sottratto ad AMD per mettere in piedi il suo ritorno nelle GPU dedicate, ma anche migliorare il know-how nel campo delle CPU. Oltre a Koduri in questi anni abbiamo visto nomi del calibro di Mark Hirsch, Jim Keller, Balaji Kanigicherla, Kalyan Thumaty e Joseph Facca cambiare casacca. E sono solo alcuni, la lista è lunghissima.

Nonostante le ultime voci di queste settimane non proprio rassicuranti per quanto riguarda le GPU, Intel ha intenzione di creare una serie di prodotti che spazino dal rinnovamento della grafica integrata nelle sue CPU fino a coprire il mercato gaming e quello dell’intelligenza artificiale e dei supercomputer. Recentemente Intel ha annunciato Ponte Vecchio, il suo primo acceleratore con chip a 7 nanometri che vedremo nel supercomputer Aurora nel 2021.

L’azienda statunitense sta lavorando su un’architettura chiamata Xe, da cui ci saranno diramazioni per coprire ogni singolo mercato, e su una libreria OneAPI che vuole consentire agli sviluppatori di realizzare codice in grado di girare e scalare su prodotti differenti, non solo GPU ma anche GPU, FPGA e acceleratori di IA specializzati.

Durante la sua permanenza in AMD, Masooma Bhaiwala ha curato la realizzazione di tre chip semi-custom per console da gioco, ma anche progetti simili per altri clienti, si è occupata dell’APU Trinity (2012) e dell’AMD K8 Rev G. Prima di unirsi ad AMD nel 2004 fu senior RTL manager in Sun Microsystems e senior verification engineer presso Digital Equipment Corp.