CPU

Intel, record di vendite per il quinto anno consecutivo

Intel ha diffuso recentemente i suoi risultati finanziari inerenti al quarto trimestre 2020, che ha decretato il raggiungimento del quinto anno consecutivo da record, in gran parte spinto dalle vendite di chip per PC durante la pandemia. Il futuro amministratore delegato Pat Gelsinger e Omar Ishrak, presidente del consiglio di amministrazione di Intel, si sono uniti all’attuale CEO Bob Swan durante la chiamata e hanno affermato che la società ha in gran parte risolto i problemi con il suo nodo di processo a 7nm, di cui potete leggere ulteriori informazioni in questa nostra precedente notizia, ma continuerà a esternalizzare parte della produzione per i prodotti che saranno commercializzati nel 2023.

Intel Risultati Finanziari Q4 2020

I guadagni di Intel hanno superato le aspettative poiché la società ha registrato entrate record per il quinto anno consecutivo. I segmenti consumer, data center, memorie e il business mobileye dell’azienda hanno registrato un fatturato eccezionale. L’utile netto di Intel nel quarto trimestre è stato di 5,86 miliardi di dollari, rispetto ai 6,91 miliardi dello scorso anno. I ricavi sono stati pari a 20 miliardi, in calo dell’1%  year-over-year, ma ben al di sopra della previsione di 17,4 miliardi. Nonostante il calo, le prestazioni di Intel hanno superato le proprie stime, tanto che il fatturato di Intel per l’intero anno è stato di 77,9 miliardi di dollari, in aumento dell’8% year-over-year.

Anche il mercato consumer ha visto un aumento del 33% rispetto all’anno precedente. L’aumento della domanda potrebbe derivare da una combinazione di fattori: il mercato dei PC sta vivendo la sua crescita più rapida dell’ultimo decennio e il passaggio ad un ambiente che privilegia il lavoro da casa continua ad accelerare la domanda. Ciò ha portato a 40,1 miliardi di entrate per l’anno, con un aumento di 3 miliardi rispetto al 2019.

Per il trimestre, il Client Computing Group (CCG) di Intel ha registrato vendite per 10,9 miliardi, in crescita del 9% year-over-year e battendo facilmente la previsione di 9,6 miliardi. I volumi di vendita di chip per PC desktop sono aumentati del 25% rispetto al trimestre precedente, ma sono diminuiti del 7% year-over-year, raggiungendo un calo del 10% per l’intero anno. Anche i prezzi di vendita medi di Intel hanno registrato un lieve calo trimestrale del 2%, ma sono aumentati del 2% per l’intero anno.

Intel Risultati Finanziari Q4 2020

La maggior parte di questa crescita è avvenuta nel segmento dei notebook, che ha registrato un aumento del 30% dei ricavi rispetto all’anno precedente. I volumi trimestrali di notebook sono aumentati del 54% rispetto all’anno precedente e del 28% per l’intero anno, ma i prezzi medi di vendita sono diminuiti del 15% nel trimestre e del 6% nell’anno. Intel ha anche citato come l’espansione di prodotti di fascia bassa, come i Chromebook, abbiano avuto un impatto sui prezzi medi di vendita. Intel aveva previsto che le sue attività di data center sarebbero diminuite del 25% nel quarto trimestre, ma il Data Center Group (DCG) ha registrato un calo dell’11%, che è stato migliore delle stime. I 6,1 miliardi di dollari di entrate del quarto trimestre hanno battuto facilmente la previsione di 5,4 miliardi. Tuttavia, i ricavi DCG sono scesi a meno della metà di quelli del lato client dell’azienda, segnando un passo indietro rispetto al suo obiettivo di fare meno affidamento sui guadagni dei PC desktop.

Il comunicato stampa di Intel afferma che i ricavi delle piattaforme server sono diminuiti del 16% nel trimestre a causa di un ambiente molto competitivo e difficile, ma sono aumentati dell’11% per l’anno. Intel sta ovviamente diventando più competitiva in termini di prezzo di fronte ai chip EPYC di AMD: i suoi prezzi medi di vendita sono scesi del 12% rispetto al trimestre precedente e del 3% per l’intero anno. Questi fattori, tra gli altri, hanno influenzato i margini lordi dell’azienda, che sono aumentati leggermente trimestre su trimestre sino al 56,8%, ma rimangono inferiori allo storico +60% storico dell’azienda. Allo stesso modo, i margini di Intel per l’intero anno 2020 hanno pesato per il 56%, in calo rispetto al 58,6% dell’anno precedente.

Intel Core i7-10700K dal clock base di 3,8GHz, socket LGA1200 e 125W di TDP è disponibile su Amazon a prezzo ribassato!