Mac

Intel vuole riprendersi Apple

Mentre Apple si prepara ad annunciare la sua prossima serie di macchine basate sugli ultimi chip della serie M tra poche ore, in occasione del suo evento che avrà luogo alle 19:00 (ora italiana), appare logico pensare che l’azienda non tornerà più ad impiegare CPU basate sull’architettura x86 in futuro. Tuttavia, Intel la pensa diversamente. In un’intervista rilasciata a Ina Fried, chief technology correspondent di Axios, condivisa da Marketwatch, il CEO di Intel, Pat Gelsinger, ha affermato di volersi riprendere Tim Cook.

Photo Credit: Intel
Intel Pat Gelsinger

Infatti, Gelsinger ha affermato:

Non mi arrendo mai all’idea che qualcosa non funzioni sui chip Intel. Apple ha deciso che potevano fare da soli un chip migliore di quello che potevamo fare noi. E, vedete, hanno fatto un ottimo lavoro. Quindi quello che devo fare è creare un chip migliore di loro.

La transizione di Apple ai propri chip basati su ARM è stata annunciata nel giugno 2020 e finora sembra essere un successo, visto che M1 è in grado di fornire una potenza di elaborazione piuttosto alta pur mantenendo consumi molto ridotti. Il software, grazie al lavoro rapido degli sviluppatori e al translation layer Rosetta 2 di Apple, non è un problema. Potete ancora acquistare un Mac Intel, per ora, ma, poiché sono superati dai modelli dotati di M1, ci sono poche ragioni per farlo.

Apple M1

A ogni modo, Gelsinger non può ancora rinunciare alla speranza. “Spero di riconquistare questa parte della loro attività, così come molti altri business, nel tempo” – ha detto a Fried – “E nel frattempo, devo assicurarmi che i nostri prodotti siano migliori dei loro, che il mio ecosistema sia più aperto e vivace del loro e che creiamo motivi più convincenti per sviluppatori e utenti per scegliere prodotti basati su Intel. Quindi, combatterò duramente per conquistare il business di Tim in questo settore“.

Le prestazioni di Alder Lake saranno sufficienti per riconquistare la fiducia di Apple? Non ci resta altro che attendere ancora poche settimane per scoprirlo.