CPU

Intel Xeon E7 v2: fino a 15 core per prestazioni e affidabilità

Intel ha svelato la famiglia di processori Intel Xeon E7 v2. All'interno della gamma troviamo tre serie, chiamate Xeon 8800 v2, 4800 v2 e 2800 v2 rispettivamente dedicate server a otto, quattro e due socket. Il cuore di tutte queste proposte è l'architettura Ivy Bridge-EX a 22 nanometri. L'azienda statunitense ci ha informato di questa novità nella giornata di ieri, in un evento milanese a cui hanno preso parte alcune aziende – Telecom Italia, con le alcune sue divisioni e UnipolSai – che da tempo stanno testando il nuovo prodotto in vista di una migrazione da soluzioni Unix a Linux, ma non solo.

I processori Xeon E7 v2 nascono per rispondere alle necessità di un'ampia gamma di settori, dal mondo retail dove la raccolta di dati sui comportamenti dei clienti e le loro abitudini di acquisto è di fondamentale per proporre nuove offerte, fino alla sanità e all'industria in generale. Già, perché tutti questi dati, i cosiddetti "big data", oppure le informazioni raccolte grazie all'Internet delle cose (IoT, Internet of Things), cioè dispositivi d'uso comune in grado di comunicare in rete, devono poi essere elaborate in modo rapido e veloce.

L'obiettivo principale della nuova famiglia Xeon è quello di offrire altissime prestazioni, ma allo stesso tempo garantire la massima affidabilità per le cosiddette applicazioni mission critical, tra cui troviamo Business Support System (BSS), Customer Relationship Management (CRM) ed Enterprise Resource Planning (ERP). Intel non ha fatto mistero di voler erodere quote di mercato ai prodotti RISC, sotto questo punto di vista.

Westmere EX vs. Ivy Bridge-EX, clicca per ingrandire

Tra i pregi ci sono anche i costi, o per meglio dire i costi di possesso (TCO). Nel 2004 un sistema Intel impegnato per transizioni di Borsa era in grado di gestire circa 26.000 messaggi al secondo, mentre oggi è capace di processarne 6,5 milioni. Il tutto a costi davvero molto contenuti, ovvero solo 51 mila dollari contro i 775 mila di dieci anni fa. La famiglia Xeon E7 v2 offre inoltre il triplo di capacità di memoria rispetto alla precedente generazione, consentendo un'analisi molto più veloce e completa dei dati.

L'analisi in memoria permette di inserire e analizzare un intero set di dati, ad esempio l'intero database dei clienti di un'organizzazione, nella memoria di sistema anziché nelle tradizionali unità disco. Questo metodo sta riscuotendo sempre più interesse a causa dell'esigenza crescente di analisi più complesse. Secondo società di analisi Gartner prevede che il 35% delle aziende di medie e grandi dimensioni adotteranno l'analisi in memoria entro il 2015, contro il 10% del 2012.

Creata per server fino a 32 socket, con configurazioni che supportano fino a 15 core e un massimo di 1,5 terabyte (TB) di memoria per socket, la nuova gamma di processori raggiunge mediamente il doppio delle prestazioni rispetto alla precedente generazione. Le CPU sono state dotate anche d'interfaccia PCI Express 3.0 e un insieme di caratteristiche denominato Intel Run Sure per garantire un tempo di uptime del 99,999%. Ecco le caratteristiche dei nuovi microprocessori:

Processore Frequenza (GHz) Turbo Boost Hyper-Threading Cache L3 Core TDP Velocità QPI Link Prezzi
Per server scalabili a otto, quattro e due socket
Xeon E7-8893 v2 3.4 37.5 MB 6 155 W 8.0 GT/s 6841 dollari
Xeon E7-8891 v2 3.2 37.5 MB 10 155 W 8.0 GT/s 6841 dollari
Xeon E7-8880L v2 2.2 37.5 MB 15 105 W 8.0 GT/s 5729 dollari
Xeon E7-8857 v2 3.0 30 MB 12 130 W 8.0 GT/s 3838 dollari
Xeon E7-8890 v2 2.8 37.5 MB 15 155 W 8.0 GT/s 6841 dollari
Xeon E7-8880 v2 2.5 37.5 MB 15 130 W 8.0 GT/s 5729 dollari
Xeon E7-8870 v2 2.3 30 MB 15 130 W 8.0 GT/s 4616 dollari
Xeon E7-8857 v2 3.0 30 MB 12 130 W 8.0 GT/s 3838 dollari
Xeon E7-8850 v2 2.3 24 MB 12 105 W 7.2 GT/s 3059 dollari
Per server scalabili a quattro e due socket
Xeon E7-4890 v2 2.8 37.5 MB 15 155 W 8.0 GT/s 6619 dollari
Xeon E7-4880 v2 2.5 37.5 MB 15 130 W 8.0 GT/s 5506 dollari
Xeon E7-4870 v2 2.3 30 MB 15 130 W 8.0 GT/s 4394 dollari
Xeon E7-4860 v2 2.6 30 MB 12 130 W 8.0 GT/s 3838 dollari
Xeon E7-4850 v2 2.3 24 MB 12 105 W 7.2 GT/s 2837 dollari
Xeon E7-4830 v2 2.2 20 MB 10 105 W 7.2 GT/s 2059 dollari
Xeon E7-4820 v2 2.0 16 MB 8 105 W 7.2 GT/s 1446 dollari
Xeon E7-4809 v2 1.9 12 MB 6 105 W 6.4 GT/s 1223 dollari
Per server scalabili a due socket
Xeon E7-2890 v2 2.8 37.5 MB 15 155 W 8.0 GT/s 6451 dollari
Xeon E7-2880 v2 2.5 37.5 MB 15 130 W 8.0 GT/s 5339 dollari
Xeon E7-2870 v2 2.3 30 MB 15 130 W 8.0 GT/s 4227 dollari
Xeon E7-2850 v2 2.3 24 MB 12 105 W 7.2 GT/s 2558 dollari

A partire da oggi saranno annunciate più di 40 piattaforme basate sulla gamma Xeon E7 v2 da 21 produttori di sistemi di tutto il mondo. Tra questi abbiamo Asus, Bull, Cisco, Dell, EMC, Fujitsu, Hitachi, HP, Huawei, IBM, Inspur, Lenovo, NEC, Oracle, PowerLeader, Quanta, SGI, Sugon, Supermicro, Unisys e ZTE. Numerosi fornitori di software di analisi supportano i nuovi processori di Intel tra cui Altibase, IBM, Microsoft, Oracle, Pivotal, QlikView, Red Hat, SAP, SAS, Software AG, Splunk, Sungard, Teradata, TongTech, Vertica e YonYou.