Tom's Hardware Italia
CPU

Intel Xeon W-2200, processori con 18 core per le workstation professionali

Insieme ai Core X 10000 ecco arrivare gli Xeon W-2200 per chi fa della creatività un lavoro. Ecco tutte le caratteristiche e specifiche, a partire dal top di gamma Xeon W-2296 con 18 core / 36 thread.

Non solo Core X 10000 “Cascade Lake-X” nel futuro prossimo di Intel, ma anche una nuova gamma di Xeon, per l’esattezza gli Xeon W-2200, processori che si rivolgono al pubblico dei “creativi di professione”. Una platea a cui Intel tiene molto, visto che il mercato è cresciuto su base annua del 14%.

Intel Xeon W-2200

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un’offerta di CPU fino a 18 core con Hyper-Threading, con frequenze massime fino a 4,8 GHz, supporto di memoria quad-channel DDR4 da 1 TB, compatibilità con le istruzioni DL Boost per il deep learning e pieno supporto a connettività Wi-Fi 6 ed Ethernet 2,5 Gbps. E al pari delle controparti “desktop”, Intel ha ridotto il listino rispetto alla precedente generazione.

Intel Xeon W-2200

La piattaforma contempla fino a 72 linee PCIe 3.0 per tutti i modelli, c’è il supporto alla memoria ECC e altre caratteristiche come RAS, Intel VROC, Thunderbolt 3, Optane e vPro. Sono otto i modelli in arrivo, con lo Xeon W-2296 a rappresentare il top di gamma con 18 core / 36 thread.

Il processore funziona a 3 GHz di base, ma può accelerare in Turbo Boost 2.0 fino a 4,6 GHz (single core) e a 4,8 GHz con la tecnologia Turbo Boost Max 3.0 che dirotta i carichi solo sui core migliori. Il Turbo Boost con tutti i core attivi è invece pari a 3,8 GHz. Il TDP è di 165 watt e il prezzo su lotti di mille unità è pari a 1333 dollari.

Segue lo Xeon W-2275 con 14 core e 28 thread. La frequenza di base sale a 3,3 GHz, mentre in Turbo Boost a cambiare è solo il clock con tutti i core attivi, pari a 4,1 GHz. Il prezzo scende a 1112 dollari.

Intel Xeon W-2200

Lo Xeon W-2265 ha 12 core e 24 thread e costa 944 dollari. La frequenza di base sale a 3,5 GHz e anche in questo caso in Turbo Boost l’unico valore a cambiare rispetto al top di gamma è la frequenza all-core che sale a 4,3 GHz.

Il modello W-2255 è un 10 core / 20 thread venduto a 778 dollari. Opera di base a 3,7 GHz, ma può accelerare in Turbo Boost 2.0 a 4,5 GHz, in Turbo Boost Max 3.0 a 4,7 GHz e in Turbo Boost “all core” a 4,3 GHz.

Anche il modello con 8 core / 16 thread Xeon W-2245 conserva il TDP di 165 watt come i chip con più core, ma il prezzo scende a 667 dollari. Questo processore a una frequenza di base di 3,9 GHz, ma può accelerare a 4,5 GHz (single core), 4,7 GHz (TB Max 3.0) e 4,5 GHz (tutti i core attivi).

La gamma si completa con Xeon W-2235, 2225 e 2223. Il primo offre 6 core / 12 thread, gli altri 4 core e 8 thread. Da segnalare che il 2235 ha un TDP di 130W, gli altri due scendono a rispettivamente a 105 e 120W. Sì, il 2223 ha un TDP più alto, stranamente.

Questi tre modelli non supportano il Turbo Boost Max 3.0. Il modello 2223 inoltre vede i quattro canali di memoria DDR4 supportare moduli fino a 2666 anziché 2933 MHz.

Anche questi modelli debutteranno nel corso di novembre e secondo Intel garantiscono prestazioni 2,2 volte superiori alla precedente generazione nel riconoscimento delle immagini – un carico di intelligenza artificiale gestito da DL Boost – e fino a 16,1 volte rispetto a una workstation di 3 anni fa.

Si parla inoltre di prestazioni fino al 10% in più della serie scorsa con carichi di rendering 3D (prestazioni doppio rispetto a una workstation di 3 anni fa) e fino all’11% in più nell’editing di video 4K.