CPU

Jumper EZbook 3L Pro, notebook ultrasottile a poco più di 200 euro

Pagina 1: Jumper EZbook 3L Pro, notebook ultrasottile a poco più di 200 euro

Jumper EZbook 3L Pro

 

Un portatile ultrasottile, dal prezzo molto basso, e adatto a un uso poco impegnativo.

2336 thickbox default


Cosa vi aspettereste da un notebook dal costo poco superiore a 200 euro? Non molto, probabilmente, e se poi si presenta come un super sottile il cui design strizza l'occhio al MacBook Air, allora i sospetti aumentano fino a chiedersi "qual è la fregatura?".

In realtà non c'è nessuna fregatura dietro al Jumper EZbook 3L Pro, ma dei compromessi, che tuttavia gli permettono ugualmente di offrirsi a una larga fetta di utenti. Vediamo come è fatto questo notebook, quali sono i suoi pregi e  suoi difetti, ma soprattutto chi dovrebbe acquistarlo.

Come è fatto

La scocca è in alluminio, con i bordi cromati, in grado di offrire una buona solidità dell'intera struttura. Il passaggio dalla plastica al metallo non solo lo rende migliore da un punto di vista visivo e qualitativo, ma migliora anche la dissipazione del calore – che tuttavia è molto basso.

Il peso di 1,3 chilogrammi lo rende leggero, e considerando lo spessore ridotto a 13,7 mm (nel punto più alto) è facilmente trasportatile. Le dimensioni generali sono quelle di un notebook con schermo da 13,3", quindi non troppo dissimili da quelle di un MacBook Air 13,3".

20180123 102817

L'ingombro limitato influisce ovviamente sulla dotazione di porte, limitate ma comunque sufficienti per un uso completo del notebook. Sul lato sinistro avrete una porta MicroHDMI e una USB 3.0, mentre sul lato opposto troverete un'altra USB 3.0, il connettore jack audio da 3,5 mm e un lettore di schede MicroSD, che può essere usato come un normale lettore o anche per inserire una memory card fissa, per ampliare lo spazio di archiviazione.

Sempre sul lato destro c'è un ulteriore connettore tondo, a cui connettere l'alimentatore. A tal proposito, nella confezione sarà presente l'alimentatore con presa americana / cinese, quindi dovrete avere a che fare con un adattatore.

20180123 103123
20180123 103142

Tre piccoli LED, posizionati proprio sopra alla tastiera, sulla sinistra, indicano lo stato di funzionamento e l'attivazione del Caps Lock e del Num Lock.

Sul fondo un piccolo sportellino vi dà accesso a un connettore M.2, che potrete usare per ampliare lo spazio di archiviazione con un apposito modulo. Lo schermo è un pannello Full HD, e la cerniera si apre fino a circa 120°.

20180123 103211

La qualità costruttiva è molto buona, e considerando il prezzo la possiamo definire veramente ottima.

Componenti hardware

Che dotazione hardware si può avere con una spesa così limitata? Si può avere un processore Intel Celeron N3450 (Apollo Lake), 6 GB di memoria RAM DDR3 e un SSD (M.2 2242) da 64 GB.

Il processore è un modello di fascia bassa, uscito verso la fine del 2016. Quad-core, senza HT, con una frequenza nominale di 1,1 GHz, che può arrivare in caso di carichi single-thread a un massimo di 2,2 GHz. Il TDP è di soli 6 watt. La grafica è gestita dall'integrata HD500.

20180123 103641

È presene sia il Bluetooth, in versione 4.0, sia il Wi-Fi ac. Nonostante lo standard aggiornato, le prestazioni sono meno entusiasmanti del previsto. Sicuramente per via del posizionamento delle antenne, dato che in zone dove solitamente con altri notebook non riscontriamo problemi, con il Jumper la ricezione è peggiore, di un fattore che va dal 25 al 50% rispetto al miglior notebook provato.

Schermo e audio

Lo schermo è un modello da 13,3", con risoluzione Full HD. Un classico pannello LCD, con copertura opaca.

Non brilla per massima luminosità, mentre è buono l'angolo di visione, nonostante ci sia una consistente perdita di luminosità all'aumentare dell'angolazione. Questo è valido principalmente ruotando il notebook lateralmente, mentre incide molto meno se consideriamo la visione verticale, cioè aprendo o chiudendo lo schermo.

20180123 102849

La potenza dell'audio è soddisfacente, ma la resa è solo sufficiente. Lo spettro audio è totalmente sbilanciato verso l'alto. Se può andare bene per una call o i suoni di sistema, se vorrete ascoltare un video o della musica saranno obbligatorie le cuffie.

Sopra allo schermo non manca una webcam, solo discreta, da due megapixel.

Tastiera e touchpad

La tastiera è il punto forse più doloroso di questo notebook. Dal punto di vista dell'attivazione dei tasti, non è così male, la corsa è di circa un paio di millimetri, con tasti ad isola ben distanziati tra loro. In effetti forse sono anche un po' troppo distanti, situazione che in alcuni casi ci ha fatto commettere qualche errore di battitura.

Il layout è la caratteristica che ci ha creato più problemi. Oltre a non avere il layout italiano, caratteristica a cui non si bada molto se siete abituati a scrivere senza guardare i tasti, la prima colonna a destra è occupata dai tasti di accensione, Home, PgUp, PgDn, End, mentre i tasti direzionali sono stati incastrati nell'angolo inferiore destro.

20180123 102822

Nonostante sia apprezzabile la presenza di una tastiera completa, e anche di più, vi richiederà diverse ore per abituarvi. Avremmo preferito una colonna in meno, per avere un layout più simile a quello di altre tastiere.

Il touchpad offre una buona reattività e anche precisione, almeno finché usate un solo dito. Se vorrete usare il multitouch, anche solo per scorrere una pagina web, ve lo sconsigliamo. Non è molto preciso, e anche solo il gesto di due dita che si spostano verso il basso a volte è interpretato come un pinch-to-zoom, e porta a uno zoom. A peggiorare la situazione ci sono le prestazioni che non permettono uno zoom fluido, quindi in una frazione di secondo vi troverete la pagina ingrandita del 150%, senza volerlo.

20180123 103025

Insomma, un mouse bluetooth sarà una buona scelta se vorrete interagire velocemente con i differenti software, ma ripetiamo che per usarlo senza funzioni multi-touch andrà benissimo e non vi darà problemi.