CPU

Prestazioni e autonomia

Pagina 2: Prestazioni e autonomia

Prestazioni

Misurare le prestazioni pure di questo notebook non è probabilmente l'approccio migliore, in quanto che non sia un prodotto pensato per gestire carichi complessi o videogiochi è chiaro fin dal primo sguardo.

Come livello di prestazioni si posiziona a livello dei vecchi dispositivi dotati di processori Atom, o poco più. Quindi scordatevi di fare montaggi video, usare software di fotoritocco (se non per attività minime), o qualsiasi altro software impegnativo. I quattro core della CPU aiutano nel multi-tasking, ma non sui carichi complessi. 

L'abbiamo quindi usato con un mix di attività che comprendono: navigazione internet, social network, posta elettronica e suite da ufficio (Word, Excel e PowerPoint), visualizzazione di video (online e offline) e ascolto di musica.

20180123 103008

Tutte queste attività si possono fare senza problemi, ma non aspettatevi sempre la reattività di un notebook con un processore Core o AMD di fascia superiore. Tradotto significa che nella scrittura di un testo, una volta che il software si è aperto correttamente, non noterete differenze rispetto un altro notebook con dotazione più classica. Certo l'apertura delle applicazioni non è istantanea. Se navigherete su pagine complesse, il rendering stesso non sarà immediato, ma prenderà qualche secondo. Quando scorrerete pagine ricche di elementi multimediali, allora non sarà uno scorrimento fluido, ma noterete qualche salto qua e là.

La riproduzione di video non crea problemi, sia quella online che quella offline, almeno finché vi limiterete a risoluzione e codec non troppo impegnativi. Gestire in contemporanea più applicazioni è sempre possibile: ascoltare la musica in background con Spotify, scrivere un testo e nel frattempo cercare informazioni su un browser con una decina di finestre aperte, è qualcosa alla portata di questo notebook. Ancora una volta, non aspettatevi di passare da una schermata all'altra istantaneamente, ogni tanto serve qualche frazione di secondo in più.

20180123 103100

Se siete soliti lavorare con un PC desktop moderno o un notebook di buona fascia, percepirete in ogni azione che farete una sensazione di rallentamento. Perché è difatti quello che accade. Se invece arrivate da un hardware vecchio, o non vi ritenete dei "fulmini multi-tasking", soffrirete meno questi rallentamenti.

Autonomia

Il consumo della piattaforma è molto limitato, e potrete puntare a diverse ore di lavoro continuativo. Lo abbiamo usato per diversi giorni, e siamo stati in grado di fare un intero giorno di lavoro senza ricaricare la batteria. Questo significa che potrete usarlo per almeno otto ore consecutivamente, dato che una giornata lavorativa è fatta anche di telefonate e pause in cui il notebook rimane pressoché fermo senza fare nulla.

20180123 103224

Se il vostro obiettivo è un uso continuativo, arriverete a circa quattro o cinque ore di navigazione internet o riproduzione video tramite YouTube, ad esempio.

Chi dovrebbe acquistarlo

Jumper EZbook 3L Pro è un notebook che ha degli indiscussi pregi, ma anche qualche difetto. O meglio, ha delle chiare limitazioni imposte dalla dotazione hardware.

Il primo e indiscusso pregio è il prezzo. A circa 230 euro non troverete altri notebook con una dotazione hardware migliore, e soprattutto con una scocca in metallo super-sottile e così rifinita. L'ingombro è il peso sono altri due pregi, che permettono di portarlo ovunque senza alcuno sforzo. È sempre molto silenzioso, scalda pochissimo e la batteria, nonostante non segni alcun nuovo record, con classici applicativi da ufficio vi permette di lavorare un'intera giornata senza doverlo ricaricare.

La principale limitazione riguarda quindi l'hardware adottato, che limita l'uso ad applicazioni da ufficio, ed esclude qualsiasi tipo di attività complessa. Inoltre, anche nel caso di attività semplici, non potrete aspettarvi un'ergonomia da urlo. Ci sarà sempre qualche piccolo ritardo o incertezza. 

A conti fatti, tuttavia, mettendo su una bilancia i pro e i contro, e soprattutto considerando il prezzo, non possiamo definirla una situazione inaccettabile, tutt'altro. E per questo l'EZBook 3L Pro è una buona scelta per chi cerca un notebook sottile e resistente, per attività poco impegnative. Immaginiamo uno studente che ha bisogno di un prodotto per navigare su internet e scrivere testi. O anche un professionista la cui principale necessità è gestire delle mail. O chi lavora con i social, e non necessita di troppa potenza per gestire contenuti multimediali che andranno su Internet. O un mix di queste cose.

Evitatelo se invece il vostro obiettivo è la massima produttività, se volete una macchina sempre pronta e scattante, o se avete bisogno di usare software complessi.


Tom's Consiglia

Oltra a Jumper EZbook 3L Pro, guarda a questo link le altre proposte di GeekMall.