Schede Grafiche

Killing Floor 2 è il primo gioco con tecnologia Nvidia FleX

Killing Floor 2, gioco "action-survival" cooperativo di Tripwire Interactive disponibile in Early Access su Steam, è il primo ad avvantaggiarsi della tecnologia Nvidia FleX. Si tratta di una tecnica particellare che permette di simulare differenti sostanze che possono interagire tra loro. In sintesi adotta una rappresentazione unificata della particelle per tutti i tipi di oggetti e fluidi.

killing floor 2
Killing Floor 2, sangue e vomito inondano le strade

Tradizionalmente la creazione di determinati effetti visivi richiede una combinazione di corpi rigidi, fluidi, vestiti e fumo. Per metterli insieme sono necessarie soluzioni specializzate che consentano a ogni sostanza d'interagire con le altre. Nvidia afferma che il sistema particellare unificato di Flex permette a tutte le sostanze d'interagire tra loro senza dover sviluppare singole interazioni.

Questo permetterà agli sviluppatori di risparmiare tempo in fase di sviluppo e forse creare anche interazioni ancora migliori che in passato. Nvidia ha mostrato la tecnologia Flex qualche tempo fa, mentre Tripwire ha usato Flex per rappresentare al meglio l'interazione tra sangue e budella.

Killing Floor, come s'intuisce dal titolo, è un gioco piuttosto violento e di grande impatto visivo. Gli sviluppatori hanno messo a punto un sistema che chiamano M.E.A.T. (massive evisceration and trauma) che gestisce in modo dinamico sangue e schizzi. FleX è stato usato per l'interazione tra tessuti molli e fluidi.

GeForce GTX 970 GeForce GTX 970

Quando sarà pronto Killing Floor 2 sarà effettivamente il primo gioco Flex in commercio. Nvidia spera che ne seguiranno altri e per questo ha reso disponibili su GitHub dei branch appositi rivolti al motore grafico Unreal Engine 4 di Epic, recentemente diventato gratuito. Se siete sviluppatori o semplici appassionati interessati a FleX potete approfondire il tema sul sito di Nvidia.