Tom's Hardware Italia
Accessori PC e Gaming

Kingston HyperX: tante proposte alla Gamescon di Colonia per ogni tipo di giocatore

Tanti prodotti presentati da Kingston per la serie HyperX sia per i giocatori PC che su console. Tante le novità tra dispositivi compatibili con ricarica Qi e switch personalizzati per le tastiere.

Alla Gamescon 2019 di Colonia anche Kingston ha presentato una nuova gamma di prodotti HyperX, la serie dedicata ai videogiocatori, che come da tradizione trova il suo punto forte nel rapporto qualità / prezzo.

Si tratta di periferiche in primis indirizzate ai videogiocatori PC, pubblico di riferimento dell’azienda, ma anche di prodotti dedicati ai console gamer, un settore in cui Kingston ha deciso di estendere il proprio portfolio.

Per quanto riguarda le periferiche audio, Kingston propone le nuove HyperX Cloud Alpha S, una revisione delle già apprezzate Cloud Alpha (che abbiamo recensito qui) che offrono qualche gradita aggiunta come lo slider per i bassi, che permette di impostare al volo questi ultimi su tre livelli diversi senza destreggiarsi tra le impostazioni via software.

Inoltre è stato aggiunto un modulo per il 7.1 virtuale configurato da HyperX che garantisce una maggiore immersione sia nei videogiochi che durante la visione dei film grazie al suono a 360°. Si tratta di un headset compatibile con tutti i dispositivi dotati di jack da 3,5mm e sarà disponibile nel corso del quarto trimestre al prezzo di 129,99 euro.

Per i giocatori PC sarà disponibile nel primo trimestre del 2020 anche un headset wireless chiamato Cloud Flight S. Simile all’attuale modello Cloud Flight, il nuovo headset ha un mixer integrato così come controlli integrati per mutare il microfono, regolare il volume e gestire l’illuminazione dei led.

La vera novità risiede invece nella ricarica: le nuove cuffie infatti sono wireless anche nella ricarica tramite il modulo Qi che permette di ricaricarle senza l’uso del cavo USB. Il caricabatteria wireless non sarà incluso in confezione, ed il prezzo delle cuffie non sarà tra i più accessibili visto il listino da 199,99 dollari (non è stato ancora definito il prezzo per il mercato europeo).

In aggiunta agli headset elencati, Kingston propone anche una gamma di prodotti pensati appositamente per i giocatori su console. Per i giocatori Xbox One saranno disponibili tre nuovi headset: le CloudX Fligth, che mantengono le stesse caratteristiche della versione PC; le CloudX Stinger, un headset di fascia bassa dall’ottimo rapporto qualità / prezzo; il CloudX Chat che presenta un solo driver da 40mm dedicato esclusivamente alla conversazione durante il gioco e che sarà reversibile, cioè sarà possibile usare la cuffia su entrambe le orecchie grazie al microfono ruotabile e flessibile.

I prezzi sono rispettivamente di 139,99 euro per le CloudX Flight disponibili nel quarto trimestre dell’anno, 59,99 euro per le CloudX Stinger e 19,99 euro per la CloudX Chat questi ultimi due headset disponibili già da settembre insieme alla stazione di ricarica ChargePlay Duo di HyperX al prezzo di 24,99 euro.

Per i giocatori PS4 invece Kingston ha deciso di proporre solo due periferiche: si tratta delle HyperX Cloud Stinger e Cloud Chat, identiche anche queste ai modelli forniti per PC ed Xbox One, ma in questo caso con licenza ufficiale Sony Play Station 4. I prezzi anche in questo caso saranno di 59,99 euro per le prime e 19,99 euro per le seconde, ma con disponibilità a partire da ottobre.

A chiudere il cerchio delle periferiche ci pensano una nuova tastiere meccanica, un mouse ed una base di ricarica Qi.

Iniziando proprio dalla tastiera arriva una grande novità da parte di Kingston che adesso propone degli switch personalizzati sulla scia dei più grandi produttori come Logitech, Razer o Steelseries. I nuovi HyperX Switch garantiscono infatti fino a 80 milioni di pressioni ed un pretensionamento ridotto rispetto ai più diffusi switch Cherry MX. La prima tastiera a proporre i sopracitati switch sarà la HyperX Alloy Origins, che sarà disponibile in due versioni: con switch Red i classici lineari senza alcun feedback, simili ai Red di Cherry, oppure con i nuovi switch Aqua con feedback tattile, che ricordano invece i Cherry Brown. Il prezzo della tastiera sarà di 119,99 euro a partire da ottobre.

Nel caso del mouse, Kingston, propone una soluzione wireless, l’HyperX Pulsefire Dart che opera a 2,4 GHz con sensore PixArt 3389 da 16000 DPI con la possibilità di memorizzare fino a tre impostazioni selezionabili tramite il tasto dedicato e visualizzabili attraverso un indicatore a led.

La particolarità di questo mouse, oltre agli switch Omron testati per 50 milioni di click ed un’autonomia che arriva a ben 50 ore con una sola ricarica, è la compatibilità con i dispositivi di ricarica Qi senza fili. Il prezzo sarà di 119,99 euro, con disponibilità da settembre.

Infine troviamo proprio la prima base di ricarica Qi dell’azienda, la HyperX ChargePlay Base Qi che offrirà la possibilità di ricaricare qualsiasi dispositivo compatibile, e fino a due dispositivi contemporaneamente con un output di 10 watt. Questa sarà disponibile da settembre al prezzo di 69,99 euro.

Kingston ha poi portato alla fiera di Colonia due nuove serie di RAM DDR4. La prima serie è la HyperX Fury DDR4 RGB, di cui abbiamo parlato in questo articolo, e di cui adesso sappiamo il prezzo: si parte dai 54,60 euro per un banco singolo da 8 GB a 2400 MHz fino ai 127,80 euro per un banco da 16 GB con una frequenza di 3466 MHz. Tutti i moduli sono predisposti all’overclock e compatibili con i profili XMP di Intel.

La seconda serie invece è quella dedicata ai nuovi Alienware Aurora R9 Legend che vi abbiamo anticipato qui. Kingston ha specificato che fornirà a Dell moduli a 2666, 2933 e 3200 MHz ottimizzati appositamente per le configurazioni Alienware. Entrambe le aziende si sono dichiarate entusiaste di questa collaborazione che riuscirà ad offrire il meglio di entrambe in un’unica piattaforma per garantire le migliori prestazioni possibili su un PC da gioco.

Ovviamente tutti i dispositivi dotati di LED RGB saranno compatibili con il software NGenuity di HyperX e sincronizzabili oltre che con il resto dell’hardware dell’azienda, anche con i software dei maggiori produttori hardware come Aura Sync di Asus o Magic Light di MSI.