CPU

La fonderia cinese HSMC è nei guai? Il suo futuro appare incerto

Secondo quanto riportato da EE Times e Southern China Post, la Wuhan Hongxin Semiconductor Manufacturing Company (HSMC) ha esaurito il denaro a propria disposizione ed il suo futuro appare piuttosto incerto. L’azienda, che doveva costruire una fonderia da 20 miliardi di dollari, è stata rilevata dal governo municipale nella provincia centrale cinese di Hubei.

HSMC

Per i governi, uno dei modi per costruire un’industria di livello mondiale è creare dozzine di aziende locali, farle competere tra loro e poi vedere quali sopravvivono. Questo non è esattamente come funziona nel settore dei semiconduttori per diversi motivi. In primo luogo, è altamente iterativo per sua natura e, come seconda cosa, è quasi impossibile finanziare dozzine di società anche per i governi. Infine, il settore deve essere competitivo a livello globale, non solo a livello locale. Avendo questo in mente, il governo cinese ha annunciato quest’anno che continuerà a supportare solo i produttori di semiconduttori più grandi, il che, nel caso dell’industria cinese delle fonderie, significa Semiconductor Manufacturing International Co. (Co) e Hua Hong.

HSMC sembra essere una delle vittime di questa decisione. La società avrebbe dovuto costruire una fonderia da 20 miliardi e aveva anche ottenuto più prestiti per questo fine, ma ciò non è riuscito a risollevare le sorti dell’azienda.

Chiang Shang-yi, ex CEO di HSMC, in una breve intervista a EE Times, ha affermato:

Gli investitori sono rimasti a corto di liquidità. Sono stato colto di sorpresa. Adesso è finita e sono tornato a casa in California.

Il signor Chiang è un ex capo della ricerca e sviluppo presso Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC) e un rinomato veterano del settore dei semiconduttori. È entrato in HSMC nel 2019.

«La mia esperienza con HSMC è stata un incubo, purtroppo! È davvero difficile da descrivere in poche parole», ha detto il signor Chiang, in una dichiarazione rilasciata al Southern China Morning Post.

HSMC aveva piani piuttosto ambiziosi. Fondata nel 2017, prevedeva di costruire un fonderia da 20 miliardi di dollari in un periodo di tempo che andava dal 2019 al 2020. La società intendeva avviare la produzione in serie di chip presumibilmente utilizzando le sue tecnologie sviluppate internamente da 14nm e 7nm fin dall’inizio, superando SMIC e Hua Hong, due fonderie leader in Cina.

Purtroppo, le cose non sono andate in questo modo. HSMC non si è ancora espressa ufficialmente sulla vicenda.

Cercate una buona scheda madre da accoppiare ai nuovi processori Ryzen? ASUS ROG Strix X570-F con 14 fasi di alimentazione potrebbe essere una buona scelta. La trovate su Amazon ad un prezzo interessante.