Software

La paura di Microsoft sulle decisioni UE

Microsoft ha accelerato i tempi di rilascio di Windows Vista affermando che il sistema operativo sarà pronto a novembre nella versione "volume license customers" e a gennaio per il grande pubblico. Queste sono le date auspicabili anche per l'Europa, salvo ritardi imposti da vincoli proclamati dall'Unione Europea.

I rapporti tra Microsoft e la Commissione Europea non sono idilliaci, tanto che la prima ha espresso timori sulla possibilità che l'antitrust europea gli possa mettere i bastoni tra le ruote:

Windows Vista in Europa con ritardo?

Erich Andersen, vice presidente e associate general counsel di Microsoft per l'Europa, svela quali sono le preoccupazioni dell'azienda:

"Il nostro interesse principale è che gli utenti europei abbiamo accesso alle stesse novità in fatto di sicurezza che Windows Vista mette a disposizione di tutti".

"La sicurezza è la principale preoccupazione dei consumatori europei e speriamo che la Commissione non richieda la rimozione di queste importanti caratteristiche in Europa".

"Noi vogliamo presentare Windows Vista in modo del tutto legale e vogliamo evitare decisioni regolatrici che potrebbero incrementare il rischio di sicurezza dei consumatori Europei."

Notizie correlate:

Microsoft vs UE: implicazioni per Vista?

Commissione Europea: in allerta su Vista