Tom's Hardware Italia
Periferiche di Rete

La professoressa è un robot, in Corea è possibile

Un progetto dell'Istituto Scientico e Tecnologico Coreano ha realizzato un modello di robot teleguidato che permette l'insegnamento a piccoli gruppi di studenti. Al momento sono stati introdotti 29 insegnanti robot in 19 scuole elementari, entro il 2013 saranno in tutte le scuole materne.

In Corea sono stati introdotti 29 insegnanti robot in 19 scuole elementari, come parte di un progetto a larga scala per “robotizzare” l’insegnamento. Gli ambiziosi sforzi prevedono la distribuzione di insegnanti robot in tutte le 8400 scuole materne coreane entro il 2013.

I bambini della scuola elementare Hakjung sono elettrizzati dall’idea d’interagire con robot come Engkey. Alto quasi un metro, si aggira per la classe usando delle ruote, fa domande in inglese e danza a ritmo di musica.

Realizzato dall’Istituto Scientifico e Tecnologico Coreano (KIST), Engkey è costato circa 1,39 milioni di dollari e più che un’intelligenza artificiale è un bot teleguidato, controllato da insegnanti nelle Filippine. Lo schermo LED mostra la faccia del professore o un volto animato in computer grafica, il sistema audio-video a due vie permette di riprendere gli alunni, di interrogarli e di sentire le loro risposte, mentre le braccia si muovono per gesticolare e sottolineare i passaggi più importanti della lezione.

Engkey, il robot professore, o professoressa in questo caso

I robot cominceranno a essere utilizzati nelle lezioni extra-scolastiche pomeridiane, visto che per ora riescono a gestire soltanto 8 bambini per volta. Il Time magazine ha ipotizzato che le macchine potrebbero prendere il lavoro di circa 20 mila, 30 mila insegnanti d’inglese stranieri in Corea, e ha nominato questo robot come una delle 50 migliori invenzioni del 2010.

“Continueremo a studiare un modo per migliorare le abilità d’insegnamento, finchè non saranno comparabili a quelle di professori umani”, ha dichiarato Kim Mun-sang, un membro del progetto del KIST a un giornale coreano.

Secondo il New York Times il budget riservato all’istruzione in Corea è stato prosciugato a causa “dell’importazione” di migliaia di professori stranieri, che hanno sempre meno voglia di vivere in aree remote o su isole. Un robot tele-guidato permetterebbe di risparmiare (nel lungo periodo) i costi delle trasferte, senza delegare a un’intelligenza artificiale l’importante compito dell’insegnamento scolastico.

E voi cosa ne pensate? Siete favorevoli o contrari ai professori-robot?