Schede Grafiche

La risposta AMD a DLSS sarà utilizzabile da tutti

Una delle tecnologie più innovative introdotta da Nvidia per le proprie schede video è sicuramente DLSS (Deep Learning Super Sampling), un sistema di upscaling della risoluzione che può migliorare le prestazioni durante le sessioni di gioco aumentando la nitidezza delle immagini renderizzate con la GPU a qualità minore di quella poi mostrata a schermo.

AMD ha annunciato di essere al lavoro sullo sviluppo di un competitor di questa tecnologia e questa potrebbe essere un’ottima notizia per tutti i videogiocatori, anche quelli che non giocano su PC!

Nvidia DLSS copertina

Per moltissimi gamer la presenza di DLSS nei titoli supportati significa poter contare su prestazioni migliori di quelle che la propria scheda video sarebbe in grado di offrire senza tale funzione, un vantaggio non da poco che Nvidia ha sulla concorrenza. La risposta di AMD a questa tecnica di Super Resolution sembrerebbe volersi basare sempre sul machine learning, tuttavia la base su cui la funzione sembra essere costruita è stata sviluppata da Microsoft.

AMD ha una chance per rimpiazzare la tecnologia DLSS con una sua variante realizzata basandosi sulle API DirectML di Microsoft. Le schede video basate su architettura RDNA 2 potranno contare sul supporto alle funzioni machine learning sviluppate dall’azienda di Redmond e ciò significa che anche Xbox Series X e Xbox Series S ne trarranno vantaggio.

AMD Radeon RX 6000

Questo sarebbe un punto a favore di AMD che potrebbe riuscire a convincere gli sviluppatori ad impiegare le proprie risorse sull’ottimizzazione per la tecnica di Super Resolution basata su DirectML invece che su DLSS di Nvidia. In questo modo, le migliorie apportate non sarebbero solo disponibili ai PC dotati di GPU AMD ma anche a tutte le console di nuova generazione prodotte da Microsoft (e forse persino PS5, anche se di quest’ultima non abbiamo la certezza in quanto non utilizza una GPU puramente RDNA 2).

Microsoft ha già confermato che le sue nuove console sono in grado di utilizzare il machine learning con DirectML durante il gioco e siamo sicuri che l’azienda non perderà l’occasione di incentivare gli sviluppatori ad ottimizzare i propri titoli per questa tecnologia. AMD porterebbe a casa una vittoria davvero importante, come anche tutti i videogiocatori che non utilizzano hardware Nvidia compatibile con DLSS o acquisteranno le console next-gen. Stiamo parlando di un bacino di utenza davvero enorme.

Il sistema di machine learning non si concentra tuttavia solo sulla risoluzione. Le DirectML possono essere sfruttate anche per il miglioramento dell’intelligenza degli NPC, animazioni più realistiche dei personaggi e molto altro ancora.

Microsoft DirectML

DirectML fa parte delle librerie DirectX di Microsoft, questo significa che la tecnologia non sarà esclusiva Radeon ma può essere utilizzata anche con l’hardware prodotto dall’azienda di Jensen Huang. DirectML creerebbe dunque un’alternativa aperta a DLSS, la quale potrebbe portare i benefici del machine learning e della Super Resolution anche fuori dall’ecosistema Nvidia.

Le potenzialità delle API DirectML sono state mostrate proprio da Nvidia durante una delle conferenze di SIGGRAPH 2018, dove l’azienda ha mostrato una demo di Forza Horizon 3 upscalata da 1080p a 4K in tempo reale. Microsoft ha anche mostrato un esempio della tecnologia utilizzata per il miglioramento della risoluzione di una foto che potete vedere qui sotto (DirectML a sinistra, filtro bilineare a destra).

Microsoft DirectML

La tecnica di Super Resolution AMD sarà parte della suite cross-platform GPUOpen/FidelityFX dell’azienda. Questo significa che FidelityFX Super Resolution non sarà esclusiva dell’hardware Radeon e questo darà sicuramente all’azienda un vantaggio sulla concorrenza se realizzata in modo da diventare appetibile sia per i developer che per gli utenti.

Se cercate una buona scheda madre per la vostra nuova build basata su AMD Ryzen, su Amazon trovate l’ottima ASUS Prime X570-PRO ad un prezzo imperdibile!