Software

Windows 10, attenti a questa grave vulnerabilità

Microsoft, tramite un messaggio pubblicato sul suo profilo TwitterSecurity Response”, ha messo in guardia i suoi clienti sulla pericolosa vulnerabilità ZeroLogon del protocollo MS-NRPC (Netlogon Remote Protocol), dato che numerosi gruppi la stanno ancora sfruttando per entrare in sistemi non aggiornati.

Windows 10 copertina

Aanchal Gupta, MSRC VP of Engineering, ha affermato:

Microsoft ha ricevuto un numero limitato di segnalazioni da clienti e altri sull’attività continua di sfruttamento di una vulnerabilità che interessa il protocollo Netlogon (CVE-2020-1472) che era stata precedentemente risolta con gli aggiornamenti di sicurezza diffusi a partire dall’11 agosto 2020. Incoraggiamo vivamente chiunque non abbia applicato l’update ad effettuare l’operazione il prima possibile. I clienti devono applicare l’aggiornamento e seguire la guida originale presente in KB4557222 per assicurarsi di essere completamente protetti da questa vulnerabilità.

Ricordiamo che la vulnerabilità consente ai malintenzionati di assumere il pieno controllo di un intero dominio elevando i propri privilegi a quelli di amministratore. Questo permette, ad esempio, di modificare la password di qualsiasi utente ed eseguire qualunque comando arbitrario.

Ecco l’elenco dei passi da compiere per risolvere la falla:

  • Aggiornare i controller di dominio con una patch pubblicata lo scorso 11 agosto.
  • Trovare quali dispositivi stanno effettuando connessioni vulnerabili monitorando i registri degli eventi.
  • Individuare i dispositivi non conformi che effettuano connessioni vulnerabili.
  • Abilitare la “enforcement mode”

Microsoft ha anche annunciato recentemente che la funzionalità BAFS (Block At First Sight) di Microsoft Defender Antivirus per Windows 10 e Windows Server, in versione 20H2, sarà presente nella nuova baseline di sicurezza, ora attualmente in bozza. La security baseline di Windows 10 consente agli amministratori di usare le baseline Group Policy Object (GPO) consigliate da Microsoft per ridurre le possibilità di attacco al sistema operativo e migliorare la sicurezza generale delle macchine delle compagnie.

Se abilitato su un sistema Windows 10 o Windows Server, BAFS ridurrà notevolmente la quantità di tempo necessaria a Microsoft Defender Antivirus per rilevare e bloccare il nuovo malware utilizzando il servizio di protezione basato su cloud di Microsoft e l’apprendimento automatico.

Avete bisogno di una licenza di Windows 10 Pro per il vostro nuovissimo PC da gaming? Su Amazon è disponibile a pochi euro, non perdetevela.