Periferiche di Rete

LaCie Ethernet Disk RAID: RAID senza fronzoli

Pagina 1: LaCie Ethernet Disk RAID: RAID senza fronzoli

Introduzione

Uno sguardo veloce
Prodotto

LaCie Ethernet Disk RAID (301160U)

Sommario

NAS a quattro drive SATA con due schede Ethernet Gigabit.

Pro
  • Supporta RAID 0, 1, 5, 5+spare e 10
  • Server di stampa USB
  • Due porte Ethernet Gigabit con support jumbo frame
  • Drive Hot-Swap
  • Supporto Active Directory
Contro
  • Prestazioni inferiori rispetto agli altri NAS RAID 5
  • Nessuna log del server FTP, nessun supporto a syslog
  • Email Alert non ha funzionato durante le nostre prove
  • No Link Aggregation

I prodotti di Network Storage vengono distribuiti in una miriade di versioni, capacità e caratteristiche. Vanno dai semplici modelli a drive singolo, come il LinkStation Live e il LinkStation Pro di Buffalo, a dispositivi BYOD multi-drive, come il DLink DNS-323, sino all’NSS4000 di Linksys, di classe business montabile in rack.

Quelli destinati al consumatore medio tendono a focalizzarsi su caratteristiche come server multimediali, server web e, nel caso del Synology DS-207, download di client per BitTorrent, HTTP e FTP. I NAS dedicati alla clientela professionale invece, tendono ad avere meno caratteristiche ma concentrate principalmente su disponibilità dei dati e fault tolerance.

Il LaCie Ethernet Disk RAID (EDR), disponibile in due configurazioni da 1TB e 2TB, è un NAS a quattro drive, con funzionalità molto interessanti per ogni utente business: oltre ai comuni RAID 0, RAID 1 e RAID 5 trovati in molti NAS, EDR supporta anche RAID 5 + Spare e RAID 10.

Per coloro che non hanno familiarità col RAID 10, possiamo brevemente dire che è simile al RAID 1. In una configurazione RAID 10 da quattro drive, due dischi diventano i mirror degli altri due. In entrambe le configurazioni, così come in quella RAID 5 + Spare, lo spazio disponibile sul RAID diventa il 50% della capacità di immagazzinamento dati totale. In questa configurazione a quattro drive, la configurazione RAID 5 fornirebbe il 75% dello spazio utilizzabile mantenendo, allo stesso tempo, capacità di fault tolerance.

Invece che presentarsi in versione montabile in rack, l’EDR è stato progettato per essere un NAS desktop: misura 16x 21×25 centimetri e pesa 5,5 Kg. Monta quattro dischi SATA installati orizzontalmente, sopra la scheda dei circuiti e l’alimentatore. Sul pannello frontale presenta il pulsante di accensione-spegnimento e sette indicatori LED: alimentazione, stato del sistema, stato dei dischi, stato del collegamento, indicatore di attività per ognuna delle due porte Ethernet Gigabit. Ogni disco SATA, montato in cassetti hot-swap, ha un indicatore di attività.

EDR non è un dispositivo BYOD, viene venduto coi drive già montati. La nostra unità di test era provvista di drive Hitachi Deskstar da 250GB (HDT 725025VLA380). LaCie fornisce anche drive di spare da 250GB e 500GB che devono essere utilizzati esclusivamente per la sostituzione dei drive danneggiati; usi differenti farebbero decadere la garanzia del prodotto.


Figura 1: LaCie Ethernet Disk RAID – Drive di spare

Il pannello posteriore dell’EDR (Figura 2) è provvisto di due porte gigabit Ethernet e due USB 2.0 per la connessione di dispositivi esterni, come stampanti o altri drive. Il NAS ha due ventole separate, una per l’alimentatore e l’altra per raffreddare i drive e la CPU. La ventola più grande, approssimativamente 3.5" di diametro, è gestita in base alla temperatura misurata.

 


Figura 2: LaCie Ethernet Disk RAID – Vista posteriore

EDR ha una protezione contro il surriscaldamento e si spegne quando la CPU raggiunge o supera gli 85°C (185 F) o se uno dei dischi raggiunge o supera i 55° (131F). Esiste anche un pulsante di reset del dispositivo, così come una fessura per assicurare l’unità alla scrivania tramite cavo di sicurezza per portatili.