Periferiche di Rete

Prestazioni

Pagina 6: Prestazioni

Prestazioni

Abbiamo creato alcuni grafici d’esempio delle prestazioni utilizzando la normale procedura di test per NAS, basata su IOzone.

NOTE RELATIVE AI TEST:

  • La versione del firmware sotto esame è fs-bc-1.3-b524
  • La completa configurazione e la metodologia di test seguita è descritta in questa pagina.
  • Per assicurare che la connessione venga stabilita alle velocità che vogliamo, la macchina di test con IOzone e il NAS da analizzare sono stati posizionati tra uno switch NETGEAR GS108 10/100/1000Mbps per i test a velocità Gigabit e uno switch 10/100 per i test a 100Mbps.

Anche se voi potete creare i grafici a vostro piacimento e selezionare quali prodotti confrontare, noi abbiamo comunque deciso di includere quelli sulle prestazioni in lettura e scrittura in RAID 5 utilizzando file dalle piccole dimensioni, una connessione da 1000Mbps e jumbo frames sia da 4K che standard.

Molti utenti hanno mostrato interesse nell’analisi delle prestazioni dei trasferimenti di file dalle piccole dimensioni, per questo motivo abbiamo scelto di eseguire le prove con questo tipo di file piuttosto che con quelli normali, dalle grosse dimensioni. Notate come i risultati ottenuti in queste modalità siano altamente influenzati dagli effetti di caching del sistema operativo.

Per facilitare i confronti, sono stati inclusi nella prova alcuni NAS desktop RAID 5: il Freedom9 freeStor 4020 (un vero e proprio clone dell’EDR) e Infrant NV+. La linea di riferimento dei 100Mbps Ethernet è anch’essa inclusa per migliorare il termine di paragone. Abbiamo scelto i 100Mbps invece che una linea a 1000Mbps perchè quest’ultima avrebbe compresso troppo la scala dei grafici.

L’EDR ha un throughput medio per le scritture di file piccoli, di 9,5MB/sec a 1000Mbps in RAID 5 e di 17,3MB/sec a 1000Mbps in RAID 5 con jumbo frames da 4K. Le velocità medie per le letture di file piccoli sono migliori, salgono infatti a 18,8 e 22,4MB/sec, rispettivamente a 1000Mbps in RAID 5 e a 1000Mbps in RAID 5 con jumbo frames da 4K. I dettagli nascosti dietro queste velocità medie sono mostrati nei grafici Throughput Vs. Dimensione dei file, visibili nelle Figure 13-16.


Figura 13: Grafico delle prestazioni in scrittura

I risultati ottenuti dal Freedom9 freeStor rimangono molto vicini a quelli dell’EDR. La Figura 14 dimostra che entrambi i prodotti sfruttano meglio i vantaggi offerti dall’utilizzo dei jumbo frames a 4K rispetto l’Infrant NV+.


Figura 14: Grafico delle prestazioni in scrittura con Jumbo frames


Figura 15: Grafico delle prestazioni in lettura

Nei test in lettura, l’NV+ non sfrutta le potenzialità dei Jumbo frames per distaccare ancor di più le prestazioni degli altri due prodotti, ma le sue prestazioni rimangono comunque le migliori.


Figura 16: Grafico delle prestazioni in lettura con jumbo Frames

Nonostante l’EDR gestisca abbastanza bene i file di piccole dimensioni, un throughput medio di 5,6MB/sec a 1000Mbps in RAID 5 e 7,9MB/sec a 1000Mbps in RAID 5 con Jumbo frames da 4K sono a malapena sufficienti per tenere questo dispositivo vicino le ultime posizioni della nostra classifica.

Conclusioni

Per un NAS da 1TB, la configurazione di un tipico RAID 1, RAID 5 + spare o RAID 10 lascia all’incirca 500 GB di spazio libero utilizzabile. Dato il prezzo così alto, l’Ethernet Disk RAID non è probabilmente destinato al mercato casalingo, per questo motivo non abbiamo trovato la mancanza di server web, server UPnP AV e client per i download particolarmente fastidiosa. Sono un sacco di soldi per il numero di gigabyte che si possono usare, ma le funzionalità fault tolerance costano (parecchio). In un ambiente professionale l’alta disponibilità dei dati rappresenta un fattore critico, da tenere in alta considerazione.

Siamo delusi da alcuni piccoli problemi riscontrati durante le prove, come le notifiche via email non proprio funzionanti, la mancanza di un sistema di log per le sessioni FTP, l’incapacità di caricare il certificato SSL e l’assenza di timeout per le sessioni aperte come amministratori. Questi piccoli difetti comunque, non sono sufficienti per non permettermi di suggerirvi di considerare l’Ethernet Disk RAID per un ambiente SMB.