CPU

L’Agenzia delle Entrate regala PC d’antiquariato

L'Agenzia delle Entrate regala PC d'antiquariato. Il bando Prot. 2009/129353 parla chiaro.

"L'Agenzia delle Entrate intende cedere n. 134 PC portatili non più utilizzabili per le attività dell'Agenzia (i dati tecnici sono riportati nell'allegato) ubicati presso la sede di via Giorgione 159, Roma. Rilevato che le apparecchiature in oggetto potrebbero risultare ancora idonee per altri enti, l'Agenzia delle Entrate effettuerà la cessione delle stesse a titolo gratuito agli enti che ne faranno richiesta". 
L'assegnazione sarà effettuata con i seguenti criteri di priorità decrescente:

  • Organismi di volontariato di protezione civile iscritti negli appositi registri operanti in Italia ed all'estero per scopi umanitari e istituti scolastici pubblici;
  • Altri enti pubblici (enti locali, strutture sanitarie, forze dell'ordine, ecc.);
  • Enti non-profit, appartenenti a una delle seguenti categorie (non in ordine di priorità):
    • associazioni ed enti iscritti nell'apposito registro associazioni;
    • fondazioni e altre istituzioni di carattere pubblico o privato con personalità giuridica, senza fini di lucro;
    • associazioni non riconosciute, di cui all'art. 36 C.C., che siano dotate di proprio strumento statutario dal quale sia possibile in modo inequivocabile desumere l'assenza di finalità lucrative;
    • altri enti e organismi, non ricompresi nei punti precedenti.

"Le apparecchiature sono fornite nello stato di fatto e di diritto come l'Agenzia le possiede; anche su quelle dichiarate "funzionanti" non si garantisce l'assenza di difetti di funzionamento. Gli enti beneficiari della cessione non potranno perciò rivalersi nei confronti dell'Agenzia delle Entrate in caso di difettosità delle apparecchiature. L'Agenzia delle Entrate non fornirà alcun supporto di assistenza sulle apparecchiature cedute. Gli enti aggiudicatari della cessione saranno informati via Posta Elettronica Certificata in merito al luogo e alla data ove effettuare il ritiro delle apparecchiature. Il ritiro e il trasporto saranno a carico degli enti beneficiari della cessione".

Tra i PC, una lunga lista di sistemi che ci fanno tornare alla mente periodi giurassici. Tutti i PC portatili sono privi di sistema operativo:

  • COMPAQ ARMADA 7800: Pentium II 266 MHz – 64 MB SDRAM – HD 5 GB – Schermo 13.3" TFT 1024×768
  • COMPAQ ARMADA E500: Pentium III 600 MHz – 64 MB SDRAM – HD 12 GB – Schermo 14.1" TFT 1024×768
  • COMPAQ ARMADA M700: Pentium III 500 MHz – 64 MB SDRAM – HD 12 GB – Schermo 14.1" TFT 1024×768
  • GERICOM MC 1540: Pentium M Centrino 1.5 GHz – 256 MB DDR – HD 30GB – Schermo 15" LCD 1024×768
  • IBM A22p: M. Pentium III 1000 MHz – 512 MB SDRAM – HD 32GB – Schermo 15" TFT 1600×1200
  • IBM A30: Celeron 2.0 GHz – 128 MB DDR – HD 40 GB – Schermo LCD 15" 1400×1050
  • IBM A31: Pentium 4M 1.6 GHz – 256 MB SDRAM – HD 40 GB – Schermo 15" TFT 1400×1050
  • IBM R40: Pentium 4M 1.3 GHz – 256 MB PC2100 Memory – HD 40GB – Schermo 15" LCD
  • NEC Versa Lxi: Pentium III 500 MHz – 256 MB RAM – HD 32 GB – Schermo 15" TFT 1600×1200
  • OLIVETTI XTREMA 2426L: Pentium III – 64 MB RAM – HD 10 GB – Schermo 13.3"
  • WISTRON AOPEN 1545: Pentium 4M 2.0 GHz – 512 MB SDRAM – HD 20 GB – Schermo 15" TFT 1400×1050

Fin qui il bando. 19 dei 135 computer sono dichiarati in partenza come "non funzionanti". Tutti comunque sono privi di sistema operativo. A giudicare dall'elenco, si tratta di veri e propri PC d'annata. Solo che, a differenza del buon vino rosso, i computer con il tempo non guadagnano in qualità.

Un ente no profit che volesse aderire al bando, dovrebbe andare lì a prendersi il carrozzone, aggiustarlo, installare sistema operativo e programmi…quanto gli costerebbe? Sicuramente più che se andasse a comprarne uno nuovo. Bella generosità.

Il sospetto che si tratti di un tentativo per evitare le spese di rottamazione (rifiuti speciali) è più che lecito.

Ringraziamo Pino Bruno per la collaborazione.