CPU

L’architettura AMD Steamroller slitta e arriva solo del 2014?

L'architettura Steamroller di AMD rimandata al 2014? È questo quanto si evince da una presunta slide interna dell'azienda statunitense, pubblicata dal sito turco Donanimhaber. Come si può notare in un rapido confronto con la roadmap annunciata l'anno passato, l'azienda sembra aver posticipato (se non cancellato) la nuova architettura, di cui tra l'altro ha discusso da poco alcuni dettagli (AMD Steamroller avrà il 15% di prestazioni in più di Piledriver).

Il mancato passaggio da Piledriver a Steamroller dovrebbe quindi comportare l'arrivo di Richland e non di Kaveri. Le soluzioni Richland saranno nuovamente basate su architettura Piledriver, a cui probabilmente AMD affiancherà una GPU basata su core "Radeon 2.0", dicitura che probabilmente indica l'uso dell'architettura Graphics Core Next, a bordo delle schede Radeon HD 7000. Ci aspettiamo inoltre il passaggio dal processo produttivo a 32 nanometri a quello a 28 nanometri, come previsto da tempo.

La slide confermerebbe invece l'arrivo di Kabini, che prenderà il posto di Brazos 2.0, passando dall'architettura Bobcat a quella Jaguar (Jaguar è il core AMD a basso consumo per netbook e tablet). Anche in questo caso la GPU integrata dovrebbe dire addio al design VLIW4 per passare a quello Graphics Core Next (GCN).

All'apparenza nessuna novità per quanto concerne la gamma FX, indirizzata al settore desktop tradizionale, cioé a coloro che affiancano a una GPU tradizionale una scheda video dedicata. La serie continuerà a essere basata sul progetto Vishera, ma questo non deve necessariamente sorprendere, dato che anche nella precedente roadmap non erano citati processori FX basati su architettura Steamroller.

Questo potrebbe rappresentare un problema, dati i problemi evidenziati dall'architettura Piledriver nella nostra recensione della CPU AMD FX 8350. Inoltre non bisogna dimenticare che Intel non sta rallentando il passo e il prossimo anno ci aspettiamo il debutto dei prodotti Intel Haswell e Ivy Bridge-E. Benché si tratti di indiscrezioni e come tali vadano trattate con le pinze, possiamo presumere che l'intenzione di realizzare Opteron basati su architettura ARM nel 2014 abbia condizionato, a cascata, i piani del prossimo anno.

È probabile che il nuovo sodalizio tra AMD e le architetture dell'azienda inglese diventi più saldo nei prossimi anni, e si allarghi anche all'ambito mobile e a quello desktop. Per cui il 2013 potrebbe essere un anno di transizione, dove AMD si giocherà le proprie carte con prezzi concorrenziali e una lineup di proposte sostanzialmente invariata, per poi puntare su nuove soluzioni nel 2014.

Quello che viene spontaneo chiedersi è se AMD possa permettersi un altro "anno sabbatico". I licenziamenti e la situazione finanziaria non proprio rosea farebbero pensare di no, ma evidentemente la dirigenza la vede in modo diverso e crede nella possibilità di tenere botta un altro anno. I nostri sono discorsi basati ovviamente sulle indiscrezioni, e come tali vanno presi. D'altronde, come sempre, sarà il tempo a scandire e decidere il corso degli eventi.