Tom's Hardware Italia
Software

Le chiamate 3G tra utenti Skype sono gratuite

L'ultimo aggiornamento di Skype per iPhone introduce il multitasking, ma soprattutto rimuove il pagamento per le chiamate tra utenti VoIP. L'unico limite a questo punto resta quello che può imporre l'operatore telefonico.

Skype fa un passo indietro, e rinuncia a far pagare le chiamate tra utenti dell’applicazione su reti 3G. Meno di due mesi fa la famosa applicazione VoIP era stata aggiornata per funzionare anche su reti di telefonia cellulare (se l’operatore lo permette). In quell’occasione avevamo ricevuto però anche una brutta notizia: le chiamate tra utenti Skype sarebbero state a pagamento (Skype funziona anche su 3G, ma si paga).

Skype per iPhone.

Oggi l’applicazione per iPhone si aggiorna nuovamente, per sfruttare le capacità multitasking di iOS 4. La notizia interessante è però che l’azienda rinuncia al nuovo balzello.

Con il supporto al multitasking sarà possibile usare Skype insieme ad altre applicazioni. Potrete per esempio navigare in Internet, o giocare, e allo stesso tempo tenere aperto il client VoIP. Sarete avvisati se qualcuno vi chiama, o se ricevete un nuovo messaggio istantaneo. Sopratutto però potrete chiamare gratuitamente un altro utente Skype anche su rete 3G. Restano i costi di connessione (dati) richiesti dall’operatore telefonico, e che quest’ultimo potrebbe a sua discrezione bloccare il traffico VoIP.

Alcuni operatori in Italia già lo fanno, e vi consigliamo di verificare questo aspetto, se v’interessa la chiamata VoIP .

Skype per iPhone.

Apprezziamo molto la nuova politica di Skype sulle tariffe, tanto quanto non ci era piaciuta la scelta di far pagare chiamate che su rete Wi-Fi sarebbero gratuite.

Skype non ha ancora introdotto la videochiamata, né su iPhone né su altri terminali. Siamo certi però che questa funzione non tarderà ad arrivare, e forse riuscirà anche a integrarsi con Facetime, che è un modello aperto.  La prima immagine proposta da Skype potrebbe ingannare, ma si tratta della fotografia abbinata al contatto, non di un video in streaming.

La videochiamata infatti sembra essere la nuova gallina dalle uova d’oro, come dimostra lo scontro diretto tra Skype e Fring, che ha portato il primo ad escludere il secondo dai propri servizi (Fring e Skype litigano, colpa della video-chat su 3G).