Schede Grafiche

Le GPU AMD ora supportano DisplayPort 2.0, ma non su Windows

Come riportato da Phoronix, Le ultime patch notes per il Kernel di Linux aggiungono il supporto preliminare per le DisplayPort 2.0 nei driver grafici AMD. Nonostante lo standard DisplayPort 2.0 sia stato annunciato qualche anno fa, solo nel 2019 sono state fornite le specifiche ufficiali a tutti i produttori di monitor per permettere di utilizzare questo standard nei nuovi modelli. Come vi avevamo riportato qualche mese fa, purtroppo a causa della pandemia i monitor con supporto a DisplayPort 2.0 hanno subito dei ritardi non trascurabili; ad oggi non sono ancora presenti sul mercato soluzioni che integrano il nuovo standard.

AMD Radeon RX 6700 XT

La DP 2.0 continua a operare su 4 linee e permette di sfruttare l’UHBR (Ultra High Bit Rate) di 10, 13,5 o 20 Gbps per linea, grazie al trasferimento attraverso il cablaggio passivo in rame. Rispetto allo standard precedente, il DisplayPort 1.4, la quantità di informazioni che possono transitare all’interno del cavo è notevolmente aumentata, consentendo il passaggio di flussi video di qualità maggiore.

La patch per il Kernel Linux aggiorna i driver per display delle GPU AMD aggiungendo il supporto per UHBR 10, mentre UHBR 13,5 e 20 non sono ancora supportati. L’UHBR è compatibile con lo standard certificato VESA DisplayPort 8K (DP8K) che assicura risoluzioni come 8K a 60Hz con HDR e 4K a 144Hz sempre con HDR.

La patch è quindi entrata in coda per essere aggiunta ai driver per schede grafiche AMD, anche se sappiamo che è indirizzata per la prossima generazione di schede video, in quanto l’attuale basata su architettura RDNA2 non integra porte DisplayPort 2.0. La speranza è che i monitor equipaggiati con il nuovo standard debuttino sul mercato il prima possibile, ma è probabile che li vedremo in concomitanza con l’arrivo delle future GPU RDNA 3.