Computer Portatili

Lenovo IdeaPad Flex 5 – Recensione


Lenovo IdeaPad Flex 5
Schermo
14" - 1920 x 1080
Processore
AMD Ryzen 7 4700U
RAM
8GB
SSD/Disco fisso
500GB - -
Spessore/Peso
1,9 cm - 1,52kg

Lenovo è un brand ormai importante e che ha saputo ritagliarsi la propria fetta di mercato in diversi ambiti, da quello professionale al gaming, offrendo prodotti in grado di soddisfare le esigenze più disparate. La compagnia cinese, che attualmente opera in più di sessanta paesi, ha recentemente rinnovato la sua line up con nuovi dispositivi e PC piuttosto interessanti.

Tra questi troviamo proprio il Lenovo IdeaPad Flex 5, soluzione 2 in 1 equipaggiata con il nuovo processore AMD Ryzen 7 4700U affiancato da 8GB di memoria RAM DDR4-3200, che consentono di lavorare con qualsiasi tipo di applicativo senza alcuna difficoltà o problemi in termini di prestazioni.

Scorrendo la scheda tecnica, oltre allo schermo touch IPS di 14” con risoluzione Full HD, troviamo un SSD NVMe in formato M.2 da 512GB prodotto da SK Hynix con memoria di tipo TLC, una webcam Slim con risoluzione 720p dotata di un coperchio per la privacy, due speaker da 2W con supporto alla tecnologia Dolby Audio e una scheda di rete Wi-Fi Realtek 8822ce, che consente di collegarsi alle reti 802.11ac (Wi-Fi 5) ed integra il Bluetooth 5.0.

La dotazione porte mette a disposizione il tasto di accensione, due USB 3.1 Gen1 e un lettore di schede 4-in-1 (SD, SDHC, SDXC, MMC) sul lato destro, mentre sul sinistro sono presenti una porta USB-C Gen1 con Power Delivery, un’uscita video HDMI 1.4b e un jack combo da 3,5mm per cuffie e microfono, nonché il connettore per la ricarica e il pulsante Novo, per resettare il computer in caso di problemi.

Proprio in merito alla ricarica c’è da fare una piccola precisazione: il Lenovo IdeaPad Flex 5 è dotato del classico connettore cilindrico, tuttavia in confezione l’azienda include un alimentatore USB-C da 65W. Si tratta di una scelta che abbiamo già visto su altri portatili di Lenovo e che permette all’utente di avere più opzioni per ricaricare il dispositivo.

Design

Il Lenovo IdeaPad Flex 5 misura 32,2 x 21,8 x 1,9 cm per un peso di circa 1,6kg. Grazie ai bordi sottili su quattro lati, il notebook ha un aspetto elegante e contemporaneo, anche se la colorazione grigio chiaro potrebbe non essere apprezzata da tutti. Trattandosi di un dispositivo 2 in 1 le cerniere consentono ovviamente di ruotare lo schermo di 360 gradi, risultano solide a ogni angolazione e permettono di posizionare il Lenovo IdeaPad Flex 5 nelle classiche modalità che siamo abituati a vedere in un 2 in 1: come un normale notebook, “chiuso” in modo da avere una sorta di tablet oppure a tenda, posizione comoda per quando si vogliono guardare video.

la parte inferiore del Lenovo IdeaPad Flex 5 presenta la classica griglia di areazione, necessaria per il corretto raffreddamento del portatile. In confezione abbiamo anche una penna attiva, alimentata da una batteria AAAA e perfetta per disegnare o prendere appunti a mano libera, grazie anche ai 2 tasti a disposizione utili per richiamare gli strumenti più utilizzati; l’abbiamo usata per lo più in quest’ultimo caso e siamo rimasti soddisfatti. Il notebook non integra un alloggiamento per la penna, ma Lenovo ha pensato anche a questo: sempre in confezione troviamo infatti un piccolo accessorio di plastica, da inserire in una porta USB e che funge proprio da portapenna. Non sarà la soluzione migliore vista finora, ma quantomeno ci permette di non avere lo stilo in qualche tasca del nostro zaino, dove rischiamo magari di perderla o di dimenticarla.

Schermo e audio

Come già detto, il Lenovo IdeaPad Flex 5 è equipaggiato con un display touchscreen IPS, con diagonale di 14 pollici e risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). Lo schermo è lucido e offre un’elevata luminosità, ma il contrasto statico migliorabile: l’immagine è buona, ma nelle zone più scure il dettaglio è scarso.

Per la visualizzazione di contenuti multimediali e per l’esecuzione di tipiche applicazioni da ufficio il display si comporta piuttosto bene, ma non è adatto per essere impiegato in ambiti dove conta l’effettività qualità di riproduzione dei colori. Data la risoluzione e le dimensioni dello schermo, Windows propone uno scaling predefinito del 150%, ma è possibile lavorare più che bene anche impostando manualmente l’ingrandimento al 125%.

Ai lati della tastiera trovano posto i due altoparlanti integrati che purtroppo, nonostante il supporto a Dolby Audio, non offrono una qualità elevata, proponendo un suono abbastanza piatto e privo di bassi consistenti. La situazione peggiora utilizzando il notebook in modalità tenda, in quanto gli speaker vengono rivolti verso la parte posteriore.

Tastiera e Touchpad

La tastiera retroilluminata si presenta piuttosto bene e garantisce una scrittura veloce e priva di errori, con una corsa ben equilibrata. I tasti restituiscono una risposta molto secca e un po’ rumorosa, ma nulla di davvero fastidioso. Sono ben spaziati, ma le frecce direzionali hanno dimensioni diverse, fattore che potrebbe dare qualche problema durante i primi utilizzi.

La tastiera del Lenovo IdeaPad Flex 5 mette gode anche di una particolarità: il tasto STAMP non viene associato di base alla cattura della schermata attuale ma avvia il software integrato in Windows 10 Cattura e annota, consentendo di risparmiare i classici tempi relativi al ritaglio dell’immagine. In ogni caso, è possibile catturare la schermata nella vecchia maniera utilizzando il tasto Fn, con la possibilità di effettuare il salvataggio opzionale anche nel cloud su OneDrive o Dropbox.

Sotto la tastiera, sulla destra, troviamo anche un comodo lettore di impronte digitali per lo sblocco rapido del dispositivo tramite Windows Hello. Il touchpad infine è solido, non flette e offre una buona superficie, permettendo di spostare il cursore su tutto lo schermo con un’unico movimento, nonché effettuare le gesture di Windows 10 con precisione e senza impuntamenti.

Prestazioni

Il Lenovo IdeaPad Flex 5 è equipaggiato con il nuovo processore AMD Ryzen 7 4700U basato sull’architettura Renoir, che integra otto core Zen 2 ma è privo di supporto SMT, con una frequenza di base di 2GHz in grado di spingersi sino a 4,1GHz in Boost. La dotazione di cache è pari a 4MB per quella L2 e 8MB per quella L3. L’APU, così come le altre proposte della compagnia di Sunnyvale della gamma Ryzen 4000 Mobile, è stata realizzata con il processo produttivo a 7nm di TSMC e ha un TDP tipico di 15W, che può però essere configurato in un range che va dai 10 ai 25 watt. La GPU integrata è una Radeon RX Vega con 7 CU, che operano alla frequenza di 1600MHz; offre buone prestazioni in ambito grafico, soprattutto considerando la tipologia di prodotto con cui abbiamo a che fare.

Abbiamo deciso di eseguire sul Lenovo ideaPad 5 alcuni dei benchmark della suite dedicata alle CPU che utilizziamo anche sui sistemi desktop, così da avere un’idea delle prestazioni e di quanto impieghi il notebook a completare diversi carichi di lavoro, tutti abbastanza impegnativi. Tra i programmi di test a disposizione abbiamo scelto Cinebench R20, POV-Ray, Handbrake, Blender, Corona e PCMark 10; qui sotto vi lasciamo una tabella con tutti i risultati.

PC Mark 10 Cinebench R20 (single thread) Cinebench R20 (multi thread) POV-Ray (single thread) POV-Ray (multi thread) Handbrake (H.264, secondi) Handbrake (H.265, secondi) Corona 1.3 (secondi) Blender (secondi)
4965 460 2643 576,1 95,4 94 105 222 438

Il portatile viene commercializzato con il software proprietario Lenovo Vantage preinstallato, che permette di monitorare e gestire alcuni aspetti del Lenovo IdeaPad 5. In particolare, nella scheda dispositivo è possibile consultare i dati della macchina, quali nome, numero del modello e di serie.

Autonomia, temperatura e rumorosità

La batteria integrata da tre celle ai polimeri di litio è da 52,5Wh e viene ricaricata piuttosto lentamente, tanto che saranno necessarie oltre due ore per portarla al 100% da completamente scarica. L’autonomia del Lenovo IdeaPad Flex 5 è davvero notevole: non abbiamo mai avuto problemi ad arrivare a fine giornata, quindi se lavorate in mobilità potrete uscire e lasciare il caricatore a casa senza il timore che il notebook si spenga. Per cercare di avere un’idea più precisa della durata della batteria abbiamo eseguito il benchmark Modern Office di PCMark 10: il Lenovo IdeaPad Flex 5 si è spento dopo 12 ore e 21 minuti, un risultato decisamente buono.

Per quanto riguarda la rumorosità, possiamo dire che il Lenovo IdeaPad Flex 5 è silenzioso: la ventola si sente leggermente durante la ricarica e poco di più quando il Ryzen 7 4700U deve gestire i carichi più impegnativi come i benchmark, ma il rumore non diventa mai fastidioso e non disturba mai voi o chi vi sta intorno.

Per misurare la temperatura abbiamo invece eseguito un loop di Cinebench R20 multi thread, registrando i valori tramite GPU-Z. Il Ryzen 7 4700U ha raggiunto una temperatura massima di 80 gradi per poi assestarsi su una media di 74 gradi, valori ancora lontani da quelli che possono causare problemi al processore e ridurre drasticamente le prestazioni. Durante questi test il corpo del portatile si scalda soprattutto nella parte inferiore e sopra la tastiera, in corrispondenza delle feritoie da cui viene espulsa l’aria calda, ma rimane tranquillamente utilizzabile: tastiera, touchpad e poggiapolsi non raggiungono temperature elevate, rimanendo tiepidi al tatto.

Conclusioni

Il Lenovo IdeaPad Flex 5 è il primo portatile con processore Ryzen 4000 Mobile a basso consumo che proviamo e la prima impressione è decisamente positiva. AMD ha fatto un ottimo lavoro, il Ryzen 7 4700U sotto la scocca offre prestazioni convincenti ed è sempre pronto ad affrontare anche i carichi di lavoro più impegnativi. Gli 8GB di RAM non sono tantissimi, ma bastano per le attività più comuni che si svolgono con un dispositivo come questo e la frequenza di 3200MHz aiuta l’APU a dare il meglio di sé.

Come vi abbiamo raccontato nel corso della recensione, oltre alle prestazioni ci ha convinto anche la tastiera, altro punto di forza del notebook: si scrive bene, velocemente e con pochi errori di battitura. Anche il touchpad è valido, comodo per navigare tra le pagine web e nei file senza difficoltà e abbastanza ampio per poter eseguire le gesture supportate in maniera fluida.

Altre frecce all’arco del Lenovo IdeaPad Flex 5 sono la penna attiva, comodissima per prendere appunti a mano durante le riunioni o le lezioni e l’autonomia, decisamente elevata e che farà felici tutti coloro che viaggiano molto o che sono spesso lontani da una presa di corrente, anche in ufficio o in università. L’unico vero punto debole del computer portatile di Lenovo è il comparto audio, che non convince fino in fondo e lascia diversi dubbi, soprattutto dal punto di vista della qualità.

Veniamo ora al prezzo: Il Lenovo IdeaPad Flex 5 è disponibile a 949 euro, lo trovate sia su Amazon che sul sito ufficiale di Lenovo. Sul mercato non ci sono per ora molti prodotti equipaggiato con le nuove APU della serie 4000, quindi è difficile fare confronti di prezzo con alternative simili, ma in generale i 2 in 1 con le caratteristiche dell’IdeaPad Flex 5 hanno sempre avuto un prezzo che si aggirava intorno ai 1000 euro, specialmente al lancio. La cifra è superiore a quella di un normale computer portatile con lo stesso hardware (questo Acer Aspire 5 con Ryzen 7 4700U costa 749 euro), principalmente a causa delle funzionalità in più offerte come la penna, le cerniere a 360 gradi e il touchscreen, ma a nostro avviso non è esagerata e in linea con i prezzi di mercato.

Lenovo IdeaPad Flex 5

Il Lenovo IdeaPad Flex 5 è un 2 in 1 equipaggiato con processore AMD Ryzen 7 4700U di nuova generazione, 8GB di memoria RAM DDR4-3200 e SSD NVMe da 512GB. Offre un’ottima autonomia ed è dotato di schermo touchscreen compatibile con una penna attiva, inclusa nella confezione, che permette di disegnare e prendere appunti a mano libera in maniera semplice e rapida.


Verdetto

Il Lenovo IdeaPad Flex 5 è un 2 in 1 che convince sotto molti punta di vista. Offre prestazioni di alto livello e una durata della batteria che consente di arrivare a fine giornata in tutte le situazioni, risultando così il prodotto ideale per chi è spesso fuori casa o comunque non ha una presa di corrente sempre a disposizione, come ad esempio gli studenti universitari o i professionisti che si muovono di continuo. Il touchscreen e la penna attiva sono un'ottima abbinata sia per svagarsi disegnando, sia per prendere appunti durante le riunioni e le lezioni in maniera naturale e veloce. Lo schermo offre una buona luminosità ed è adatto per le attività quotidiane, la tastiera è precisa ed è un piacere usarla per scrivere; l'unico vero punto debole di questo computer portatile sono gli speaker, che offrono un suono piatto e privo di bassi consistenti.

Pro

- Prestazioni;
- Autonomia;
- Tastiera;
- Penna inclusa in confezione.

Contro

- Audio.