Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Schermo, prestazioni e autonomia

Pagina 3: Schermo, prestazioni e autonomia
Lo schermo da 13,3 pollici a 1080p è luminoso e con colori vivaci, anche se alcuni concorrenti riescono a fare di meglio. Nel trailer di Avengers: Infinity War abbiamo apprezzato i capelli di Gamora, che erano una combinazione perfetta di rosso, rosa e nero, e abbiamo notato le vene sporgenti sul viso di Capitan America […]

Lo schermo da 13,3 pollici a 1080p è luminoso e con colori vivaci, anche se alcuni concorrenti riescono a fare di meglio. Nel trailer di Avengers: Infinity War abbiamo apprezzato i capelli di Gamora, che erano una combinazione perfetta di rosso, rosa e nero, e abbiamo notato le vene sporgenti sul viso di Capitan America mentre lottava con Thanos.

 

Con il colorimetro abbiamo misurato una copertura colore pari al 113 percento del gamut volume sRGB, che è perfettamente in linea con la media della categoria. Il Latutide aveva fatto registrare il 119%, L'X1 Yoga il 201 percento.

Per quanto riguarda la luminosità, abbiamo rilevato un valore medio pari a 307,6 candele al metro quadro, che è superiore alla media (299 candele) e praticamente alla pari con il Latitude (309 candele). L'X1 Yoga ha fatto molto meglio con 477 candele al metro quadro.

Prestazioni

La configurazione oggetto di test è basata sul processore Core i5-8250U, affiancato da 8 GB di RAM e da un SSD PCIe NVMe da 512 GB. Il sistema operativo è Windows 10 Pro. Così configurato l'X380 è stato in grado di gestire operazioni in multitasking senza problemi. Durante i test abbiamo aperto la nostra solita sfilza di 25 schede in Google Chrome, tra cui una con lo streaming video a 1080p da YouTube, senza problemi.

 
 

Nel test di prestazioni generali Geekbench 4 l'X380 ha messo a segno 10.828 punti, abbastanza per superare la media della categoria (10.088 punti), ma non il Latitude (13.640 punti) e il ThinkPad X1 Yoga (14.517 punti). Da notare che entrambi i concorrenti avevano in dotazione CPU più potenti.

L'SSD in dotazione all'X380 ha impiegato 8 secondi per duplicare 4,97 GB di file multimediali misti, per una velocità di trasferimento file di 636 MBps. Un valore molto più alto della media (283,4 MBps) del Latitude (363 MBps) e dell'X1 Yoga (508,9 MBps).

 

Il notebook in test non ha brillato allo stesso modo nella prova con Handbrake: la transcodifica di un video 4K a 1080p ha richiesto 24 minuti e 23 secondi, contro una media di 21 minuti e 53 secondi, i 21 minuti del Latitude e i 18 minuti e 30 secondi dello Yoga.

 

Chiudiamo la parte di benchmark di prestazioni con la grafica. Non aspettatevi di poter giocare con il chip integrato Intel UHD Graphics 620, che al massimo può gestire titoli leggero come Dirt 3. Con il gioco di corse l'X380 ha sfornato 54 frame al secondo, che è un valore al di sotto della media (66 FPS) e dell'X1 (64 FPS), ma sufficiente per superare il Latitude (42 FPS).

Autonomia

Se non fate mai straordinari l'autonomia dell'X380 per voi sarà sufficiente. Altrimenti meglio che cerchiate una soluzione alternativa. Con il nostro test di autonomia web via Wi-Fi, con retroilluminazione dello schermo a 150 candele, abbiamo registrato 8 ore e 9 minuti. Un tempo non all'altezza della media di categoria (8 ore e 47 minuti) e del Latitude (10 ore e 13 minuti), ma meglio del dell'X1 Yoga (7 ore e 42 minuti).

 

Sconsigliamo inoltre di usare l'X380 in modalità notebook tenendolo appoggiato sulle gambe: dopo aver riprodotto 15 minuti di video HD in streaming da YouTube abbiamo misurato 42,7 gradi sul fondo della base, che è una temperatura superiore alla soglia di comfort che abbiamo convenzionalmente fissato a 35 gradi. Il touchpad invece è rimasto fresco, con 28,8 gradi.