Schede Grafiche

Lo standard PCI-Express 6.0 raggiunge la versione 0.5, arriverà nel 2021

PCI-SIG è un consorzio di industrie operanti nel campo dell’elettronica che sviluppa gli standard per bus di sistema e, questa settimana, ha rilasciato le specifiche della versione o.5 del PCIe 6.0.

Le specifiche saranno definitive nel 2021 e il bandwidth sarà nuovamente raddoppiato, passando a 64 GT/s contro i 32 GT/s del PCIe 5.0 e i 16 GT/s del PCIe 4.0.

Un progresso frutto di alcune avanzate tecnologie di encoding come PAM4, che prende il posto di NRZ 128b/130b (usato dalla versione 3.0). PAM4 è ampiamente usato nel mondo delle reti e si avvale della “forward error correction” (FEC) per migliorare le velocità del trasferimento dati.

Lo sviluppo di uno standard PCIe segue diverse fasi, al momento, è stata superata la versione 0.3 in cui si delimitano le specifiche generali della tecnologia e la versione 0.5. Quest’ultima, chiamata anche First Draft, delinea l’architettura di questa interfaccia, ma consente ancora ai membri del PCI-SIG di aggiungere nuove funzioni alla tecnologia.

Terminata questa fase si lavora alla versione 0.7 o Complete Draft. In questa fase non si può più modificare la tecnologia; bisogna solo testare i chip. La versione 0.9  (Final Draft), è l’ultima “bozza” che permette ai membri della PCI-SIG di valutare la tecnologia per le loro proprietà intellettuali. La versione 1.0 identifica la tecnologia pronta all’uso.

A inizio giugno, si terrà la PCI-SIG Developers Conference 2020, l’evento che sancirà il passaggio a una nuova fase di sviluppo dello standard PCIe 6.0.

Cercate una scheda madre con supporto all’interfaccia PCIe 4.0? Vi consigliamo la Gigabyte X570 AORUS ELITE.