Computer Portatili

MacBook più intelligenti, Mavericks controlla l’ambiente

Mavericks usa il sensore di luce ambientale per capire se c'è qualcuno davanti al computer ed evitare lo standby. L'ultima versione del sistema operativo Apple è quindi dotata di una nuova funzione di monitoraggio costante, come hanno già rilevato e confermato diversi osservatori indipendenti.

Si parla di quel sensore che misura la luce ambientale, e usa tale informazione per regolare automaticamente la luminosità dello schermo e quella della tastiera. Controllare la luce tuttavia può anche servire per capire se c'è una persona, ed eventualmente resettare il conto alla rovescia che porta alla sospensione del sistema (sleep).

Una funzione molto utile, ma – specialmente in questo periodo – qualcuno ci aveva visto un nuovo sistema per controllarci, spiarci anzi no monitorarci. Sul primo momento infatti si temeva che fosse la webcam ad essere sempre attiva, e in tal caso le preoccupazioni per la privacy sarebbero state del tutto giustificate.

Anche Microsoft, per esempio, è stata criticata per il Kinect di l'Xbox One – usato appunto per monitorare la presenza di persone nella stanza e avere così una console "sempre pronta" alla risposta. E d'altra parte proprio la webcam è spesso l'obiettivo di criminali informatici, che sperano di ottenere da essa un qualche tipo d'immagine compromettente – e qualche volta ci sono riusciti.

Niente di tutto questo per fortuna nel caso dei nuovi Mac, ma solo un uso intelligente di un sensore già presente sul computer. È curioso tuttavia che Apple non ne abbia parlato né che – almeno per ora – ci sia documentazione ufficiale a riguardo.