Computer Portatili

MacBook Pro con SSD: Mac OS sarà una scheggia

Pagina 1: MacBook Pro con SSD: Mac OS sarà una scheggia

Ci sono nuove indiscrezioni sui MacBook Pro che confermano parzialmente le voci circolate finora (Apple: MacBook Pro con Light Peak il 24 febbraio?), e aggiungono nuove informazioni riguardanti le specifiche tecniche che potrebbero avere i nuovi prodotti Apple.

Apple MacBook pro

Le informazioni aggiornate sono state pubblicate dal sito francese MacGeneration, secondo il quale i MacBook Pro di prossima uscita dovrebbero integrare un SSD e offrire una maggiore autonomia, il tutto in un design dal peso inferiore a quello dei predecessori.

Alcune fonti confermano, inoltre, l’abbandono dei chip grafici Nvidia a favore dell’integrato di Intel (MacBook futuri senza Nvidia, largo a Sandy Bridge), ma non ci sono riscontri ufficiali.

Sparisce il MacBook bianco

Il sito francese riporta anche la notizia secondo la quale l’arrivo dei nuovi MacBook Pro dovrebbe spazzare via dal listino di Apple il MacBook bianco.

Il ritocco verso il basso del prezzo del MacBook Air da 11 pollici (MacBook Air a giugno con Sandy Bridge, conferma), che ora costa 999 euro, lo avrebbe di fatto promosso al ruolo di prodotto di fascia bassa, annullando l’utilità del MacBook. 

Apple potrebbe togliere dai listini il MacBook bianco

Questa notizia sembra trovare fondamento nel fatto che ormai da tempo si sente dire che i prodotti da 13 pollici di Apple sarebbero scesi dai tre modelli in produzione a due. Il fatto che la nuova gamma di MacBook Pro includa due versioni con questo formato di display ha portato alla logica conclusione dell’eliminazione dei MacBook, che non trova riscontri ufficiali al momento.

Light Peak di Apple ha un nome: Thunderbolt

Nei giorni scorsi avevamo riportato alcune indiscrezioni secondo le quali i nuovi MacBook Pro avrebbero potuto integrare la connessione Light Peak di Intel (Connessioni Light Peak senza fibra ma con rame). Oggi molti siti stanno confermando queste ipotesi (sempre senza riscontri ufficiali), pubblicando addirittura possibili loghi e foto. 

Il possibile logo della connessione Light Peak, che potrebbe essere soprannominata Thunderbolt – clicca per ingrandire

La nuova connessione ad alta velocità sarebbe raffigurata da un fulmine e la porta sarebbe decisamente somigliante alla Mini Display Port che gli utenti Apple ben conoscono.

Alcune fonti, infatti, sono più propense a sostenere che la porta nella foto in questione sia una versione modificata dalla Mini display Port in grado di trasferire anche i dati, oltre alle informazioni grafiche.

Al momento non ci è possibile verificare la fondatezza di questa informazione, che raccogliamo con il beneficio del dubbio in attesa di ulteriori riscontri.

In questa foto la connessione Thunderbolt dorebbe essere quella con un fulmine accanto. Impossibile non notare la somiglianza con la Mini Display Port. Sarà reale o un fotoritocco?