Computer Portatili

MagSafe è pericoloso, Apple denunciata

Apple dovrà affrontare una nuova causa legale, questa volta per difendere quello che è considerato uno degli aspetti migliori dei MacBook, il MagSafe.

A quanto pare il cavo del connettore magnetico, usato per alimentare e ricaricare la batteria del portatile, finisce inevitabilmente per rompersi in corrispondenza di uno dei due estremi, come conseguenza del normale uso quotidiano.

Secondo l'accusa l'azienda sarebbe consapevole del problema, che avrebbe diversi livelli di gravità: si va dalla semplice rottura a situazioni più pericolose. come la guaina del cavo che si scioglie, esponendo il rame all'interno, che potrebbe anche causare incendi, generati da scintille casuali, per non parlare dei rischi di ustione, dovute allo stesso calore intenso che ha fatto sciogliere la plastica protettiva.

I tre cittadini che hanno sporto denuncia si stanno muovendo per trasformarla in class-action, certi del fatto che molti altri utenti abbiano avuto gli stessi problemi. A sostenere l'ipotesi citano diverse fonti online, compreso il negozio online di Apple, che dimostrerebbero come il problema riguardi già migliaia di utenti. Fino ad ora, però, i clienti danneggiati non si sono visti riconoscere nulla, e hanno dovuto comprare un nuovo adattatore, per circa 90 euro.

L'accusa chiede ad Apple di risarcire l'utente e di diffondere pubblicamente la notizia, così da informare chi possiede un MacBook del potenziale rischio.  Apple, come d'abitudine, non ha commentato la notizia, nonostante la gran quantità di prove mostrata, nonché il fatto che il design attuale è il frutto di una revisione del 2007, che, in teoria, aveva risolto il problema.

Peccato per Apple, che deve aggiungere questo grattacapo a quelli già numerosi che affliggono i suoi computer. Per non parlare del fatto che il MagSafe è (era) considerato universalmente un'idea eccezionale, e una caratteristica da invidiare ai MacBook.