Tom's Hardware Italia
Memorie

Memoria DRAM: che cos’è, falsi miti e come risolvere problemi

Pagina 1: Memoria DRAM: che cos’è, falsi miti e come risolvere problemi
Guida alla memoria DRAM per principianti. Cos'è, perché funziona in un certo modo e cos'è possibile fare in caso di problemi. Parte 1.

Introduzione

Le DRAM sono probabilmente tra i componenti meno compresi dei computer. Domande, dubbi, dibattiti, miti ed errate credenze. Lo scopo di questo articolo è cercare di fare un po' di chiarezza. Questo articolo è diviso in due parti. Nella prima, questa, toccheremo gli argomenti più comuni. Nella seconda daremo un'occhiata a quei miti che spesso sono presentati come fatti.

dram

Questo articolo nasce sulla base di discussioni nei forum, chiacchierate con aziende del settore DRAM e motherboard, professionisti IT e anche dai feedback ricevuti al pezzo "Memoria DDR3: cosa consente di avere le migliori prestazioni?". Partiamo dalle basi.

Che cos'è una DRAM?

DRAM sta per Dynamic Random Access Memory, un tipo di RAM a cui deve essere fornita continuamente energia e che deve essere periodicamente riscritta per mantenere i dati. Spesso la chiamiamo solo "memoria" e non va confusa con l'archiviazione su hard disk, anch'essa spesso indicata come memoria. La DRAM è arrivata sul mercato in molte forme / modelli che si sono evoluti nel corso degli anni.

La DRAM rimpiazzabile è modulare e la DIMM – dual inline memory module – è di gran lunga il form factor più comune per i PC. Queste soluzioni differiscono dalla vecchia SIMM (single inline memory module) in quanto hanno pathway (collegamenti) per i dati indipendenti su ambedue i lati e sono anche il doppio più "ampie" grazie all'interfaccia a 64 bit. Il secondo form factor più comune prende il nome di SO-DIMM (small outline DIMM) e spesso è usato su motherboard per PC desktop estremamente piccole e notebook.

Le DRAM sono spesso categorizzate per il data rate, che è il numero di volte in cui il dato è trasferito al secondo. Le DRAM attualmente sul mercato includono DDR3 e DDR4, ossia la terza e quarta generazione della tecnologia DDR. Quest'ultimo termine sta per "double data rate" e, come implica il nome, trasmette il doppio dei dati per ciclo di clock – pensate alla parte alta e bassa di un'onda sinusoidale. Perciò una DDR3-1600 ha un data rate di 1600 MT/s e una frequenza di clock di 800 MHz.

Molti produttori si riferiscono ai loro data rate in termini di bandwidth, che è pari a 8 volte il data rate. La vostra DDR3-1600 potrebbe essere chiamata PC-12800, anche se opera sempre a 800 MHz.

Memoria fisica contro virtuale?

La memoria fisica è rappresentata dalla vostra DIMM, mentre la memoria virtuale è un'area del vostro hard disk che è creata per il file di paging di sistema – chiamato anche swap file o virtual disk. Quando la vostra memoria fisica si riempie, il sistema metterà in cache i dati a cui probabilmente accederete presto nel file di paging. In questo modo il dato può essere riacquisito più rapidamente.