Memorie

Mercato DRAM, la rotta non cambia: prezzi in calo anche nel 2019

DRAMeXchange, divisione di TrendForce, ha rilasciato un nuovo report relativo alla situazione del mercato DRAM. Il quadro generale non è cambiato: i prezzi sono in costante calo a causa della sovrabbondanza di scorte, e continueranno a scendere per tutta la prima metà del 2019.

Durante il mese di gennaio i prezzi di contratto delle DRAM sono calati, nei mercati principali, del 15%, e secondo il report continueranno a scendere anche a febbraio e marzo. Nel mercato PC consumer ci si aspetta un calo, rispetto allo scorso trimestre, del 20%, mentre in quello server si potrebbe arrivare anche al 30% in meno. Guardando invece al secondo trimestre, DRAMeXchange afferma che i problemi di scorte rimarranno tali nonostante un lieve aumento della domanda, mentre i prezzi a contratto scenderanno di un ulteriore 15%.

Il mercato delle DRAM per PC è il più sensibile alle variazioni di mercato e spesso è un ottimo indicatore per capire come stanno andando le cose. Nel quarto trimestre 2018 il prezzo a contratto è calato del 10%, mentre nel primo trimestre ci si attende un calo del 25%. Al momento, il prezzo a contratto medio per moduli DRAM da 8 GB è ben al di sotto dei 45 dollari statunitensi.

Per quanto riguarda invece il segmento server, la riduzione della domanda avvenuta nella seconda metà del 2018 ha causato un aumento indesiderato delle scorte. Questo porterà, lungo tutto il primo trimestre, ad una importante riduzione dei prezzi con cadenza mensile, in quanto per i fornitori è di vitale importanza ridurre l’inventario. Questo calo non accennerà a diminuire almeno fino al terzo trimestre, quando i magazzini dei fornitori torneranno a livelli di scorte accettabili.

DRAMeXchange report febbraio 2019

Il mercato mobile è invece in controtendenza e registra dei cali decisamente inferiori, merito anche del fatto che tra il 2017 e il 2018 è stato quello con la crescita dei prezzi più ridotta. Per i prezzi di contratto dei moduli DRAM SO-DIMM ed eMCP, DRAMeXchange prevede un calo nel primo trimestre del 20% rispetto al quarto trimestre 2018. Nonostante poi il mercato mobile tragga benefici dal rilascio dei nuovi smartphone top di gamma Android, secondo il report comunque questo non basterà ad impedire ai prezzi di scendere del 10-15% nel corso del secondo trimestre 2019.