Storage

Micron P420m alla prova: SSD PCI Express fino 1.4 TB

Pagina 1: Micron P420m alla prova: SSD PCI Express fino 1.4 TB

Micron P420m: focalizzato sulle letture, l'SSD con interfaccia PCIe

I primi SSD PCI Express dedicati al settore enterprise erano oscenamente costosi. Si parlava di decine di migliaia di dollari. Fortunatamente come tutti gli altri prodotti basati su memoria NAND Flash, i prezzi iniziarono a scendere e tutt'oggi continuano a farlo. In parte è dovuto al miglior processo produttivo, ma i produttori in generale sono diventati più attenti all'uso della giusta tecnologia di memoria per i loro prodotti. Se fossimo ancora fermi alla memoria SLC e a quella eMLC, il prezzo per gigabyte probabilmente sarebbe ancora molto elevato.

In questo articolo parliamo di archiviazione enterprise, quindi la latenza in scrittura e la resistenza sono fattori molto importanti quando si discute di prestazioni. Tanti carichi di lavoro continuano a richiedere il meglio del meglio. Allo stesso tempo, i manager IT stanno diventando sempre più attenti a come opera la memoria flash con i loro carichi di lavoro, ed è per questo che vediamo un maggior numero di prodotti nati per offrire letture molto veloci a prezzi più abbordabili.

Tutto questo riflette l'impegno deliberato nello spaccare il mercato degli SSD enterprise in un numero di soluzioni sempre più specifiche. Gli SSD focalizzati sulle letture rappresentano uno dei segmenti in più rapida crescita per via del loro buon posizionamento. Solitamente, da queste soluzioni avete incredibili prestazioni in lettura, accoppiate a un throughput in scrittura e una resistenza mediocri. Nelle applicazioni di server caching, questo compromesso è quasi sempre sensato. Sono così sbilanciati verso le operazioni in lettura che pagare per avere prestazioni ugualmente elevate in scrittura non è giustificabile. E il trend sta trascendendo gli SSD da 2,5", trasportandosi al mercato dell'archiviazione PCIe.

Con l'introduzione del P420m, Micron spinge la tecnologia MLC all'interno della linea di prodotti PCI Express. I due benefici principali che si hanno usando memoria NAND MLC in soluzioni da 2,5" sono maggiori capacità e costi inferiori. Il P420m di Micron è di conseguenza un complemento del P320h, che abbiamo recensito in passato. Per ricapitolare, il P320h è dotato di memoria SLC che offre eccellenti prestazioni in lettura e scritture 4 KB, insieme a una grande resistenza in scrittura. Vi dà tutti i buoni attributi della memoria NAND Flash SLC e del PCI Express, ma a un prezzo elevato. A 10 dollari per gigabyte, il P320h non è certamente a buon mercato. Micron spera che il P420m sia più accessibile senza sacrificare prestazioni.

Il P420m è disponibile in due form factor diversi. Uno è un'unità da 2,5" che si connette tramite otto linee PCIe 2.0 e viene distribuita in capacità di 350 e 700 GB. Il secondo, che è quello che recensiamo in questo articolo, è una scheda aggiuntiva PCIe che si connette anch'essa tramite otto linee di seconda generazione. Questa seconda versione è disponibile in capacità di 700 e 1400 GB, raddoppiando così la capacità del P320h.

Come è spesso successo con le altre offerte enterprise, Micron mantiene i prezzi segreti. Le nostre fonti però ci hanno indicato un costo inferiore ai 5 dollari al gigabyte.

Micron, gamma PCI Express
Prodotto P420m P320h
Form Factor HHHL
Capacità utente (GB) 700 1400 350 700
Interfaccia x8 PCI Express 2.0
Lettura sequenziale (MB/s) 3300 3200
Scrittura sequenziale (MB/s) 600 630 1900
Lettura casuale 4 KB(IOPS) 750,000 785,000
Scrittura casuale 4 KB (IOPS) 50,000 95,000 205,000
Consumi (attivi) 22 W 30 W 25 W
Consumi (idle) 8 W 10 W
Resistenza scrittura (TBW) 5 PB 10 PB 25 PB 50 PB

Basandoci solo sulle prestazioni in lettura, la differenza tra il P420m e il P320h è marginale, e questa è una buona cosa dato che il P320h eccelle nei test in lettura. Dato il prezzo decisamente inferiore, il P420m dovrebbe offrire maggiore valore con i compiti di lettura intensivi.
Le prestazioni in scrittura, però, non sono così buone: 95.000 IOPS con scritture casuali 4 KB sono decisamente più basse rispetto al P320h, ma quel dato rappresenta l'unità in stato di equilibrio, mentre la maggior parte dei produttori mainstream di SSD cita specifiche che sono tipiche del prodotto appena estratto dalla scatola.

Anche se la resistenza in scrittura è minore. Considerando però che la specifica è ancora il 20% del prodotto con memoria SLC, è davvero un buon segno.