Tom's Hardware Italia
Software

Microsoft pubblica MS-DOS open source su GitHub

Microsoft ha pubblicato su GitHub il codice sorgente di MS-DOS 1.25 e MS-DOS 2.0, rinnovando un'azione che aveva già intrapreso nel 2014. Si tratta sempre di rendere open source questo software, ma tramite GitHub, si legge sul blog di Microsoft, sarà più semplice accedere al codice stesso. È importante sottolineare il valore storico dell'operazione, che […]

Microsoft ha pubblicato su GitHub il codice sorgente di MS-DOS 1.25 e MS-DOS 2.0, rinnovando un'azione che aveva già intrapreso nel 2014. Si tratta sempre di rendere open source questo software, ma tramite GitHub, si legge sul blog di Microsoft, sarà più semplice accedere al codice stesso.

È importante sottolineare il valore storico dell'operazione, che ha appunto lo scopo di "permette l'esplorazione e la sperimentazione a coloro che sono interessati nei vecchi sistemi operativi per PC. La fonte sarà statica, quindi per favore non fate Pull Request per chiedere modifiche al codice sorgente".

Abbiamo dunque i file disponibili per chiunque li voglia scaricare ed esaminare, magari con la curiosità di scoprire com'era fatto un sistema operativo nella prima metà degli anni ottanta – MS-DOS 1.25 risale infatti al 1983, mentre la storia di questo SO inizia nel 1980 con 86-DOS. Il pacchetto completo, una volta scaricato e scompattato, non occupa più di tre megabyte.

msdos logo

MS-DOS 1.25 include un totale di sette file sorgente mentre MS-DOS 2.0, che uscì sempre nel 1983, porta questo numero a ben 100 file. MS-DOS 1.25 fu inoltre la prima versione del sistema operativo che Microsoft propose a chiunque, non solo a IBM.

Oltre ai file il pacchetto contiene diversa documentazione originale, che da sola potrebbe rappresentare un buon motivo per scaricare la pagina di GitHub. Una lettura interessante e divertente per chiunque di noi, imperdibile per chi è appassionato di questo genere di cose. A partire dalla prime, poche parole: "la versione 2.0 di MSDOS comprende 5 dischetti da 5 ¼ a lato singolo e doppia densità, oppure tre dischi da 8 pollici CP/M 80" … se avete l'età giusta e non vi fa scattare la nostalgia una cosa del genere, allora non so proprio cosa potrebbe.