Accessori PC e Gaming

Mouse e tastiere gaming del futuro: sensori touch e impronte digitali

Synaptics ha approfittato della Game Developers Conference per svelare i suoi piani per rivoluzionare il mondo del gaming. L'idea è d'inserire una serie di sensori intelligenti nei mouse e nelle tastiere degli appassionati, in modo da rendere queste periferiche più versatili e utili per i giocatori.

Sensore impronte digitali mouse

Uno dei progetti è di sfruttare i sensori per il rilevamento delle impronte digitali nei mouse, in modo da permettere un'autenticazione agevole in giochi che richiedono l'accesso con la propria password, come gli MMO.

Un altro potenziale uso interessante è la possibilità di effettuare acquisti nei giochi che offrono questa possibilità, come Hearthstone e in generale la maggior parte dei titoli free to play. Basterebbe appoggiare il pollice sul sensore per evitare di dover inserire la password.

Un gesto che oggigiorno è compiuto da milioni di possessori di smartphone per sbloccare il proprio dispositivo, e la possibilità di ripeterlo anche sui mouse è sicuramente interessante.

Sensore pressione mouse

Synaptics ha inoltre mostrato un altro concept intrigante, basato su sensori in grado di misurare la pressione esercitata sul pulsante destro e sinistro del mouse. In questo modo un appassionato di sparatutto potrebbe regolare lo zoom della propria arma semplicemente schiacciando il pulsante con più o meno forza, ma l'idea si potrebbe replicare anche al di fuori dei giochi.

Immaginate di modificare la dimensione del pennello di Photoshop variando la pressione sul mouse e vi sarete fatti un'idea sulle potenzialità del progetto.

L'azienda ha pensato anche alle tastiere, grazie all'integrazione di sensori touch capacitivi nella barra spaziatrice. In questo modo gli utenti possono per esempio eseguire zoom e ruotare la visuale di una mappa virtuale, e nonostante l'idea possa sembrarvi strana non è così innaturale ipotizzare questo tipo di movimento da eseguire con entrambi i pollici.

Purtroppo per vedere queste tecnologie nei mouse e nelle tastiere che usiamo tutti i giorni bisognerà aspettare ancora un po' di tempo, visto che la presentazione di Synaptics non ha incluso prototipi o prodotti. La speranza è che non ci voglia molto tempo, visto che alcune di queste idee sono decisamente interessanti.