Software

Mozilla Firefox alza l’asticella della sicurezza, annunciato Facebook Container

Mozilla ha annunciato la versione 74.0 del suo browser web Firefox, che tra le varie novità integra alcuni miglioramenti relativi alla nostra sicurezza e privacy online, integrando strumenti estremamente utili come Facebook Container.

Ma che cos’è Facebook Container? La risposta è semplice, un contenitore. Immaginate che il vostro browser lavori in una sorta di “compartimento stagno” e che comunichi solo lo stretto necessario con i sistemi esterni. Facebook Container è un’estensione che permette di tenere l’attività sul social network separata dal resto della navigazione, così da aumentare la sicurezza e la propria privacy e limitando la possibilità da parte di Facebook di raccogliere informazioni sulle abitudini digitali del fruitore, basati sui classici cookie di terze parti.

Sia chiaro, tutto ciò non rappresenta una soluzione definitiva per la privacy e lo sa bene anche Mozilla, che in modo molto trasparente sulla propria pagina dedicata all’estensione riporta quanto segue: “È importante ricordare che questa estensione non impedisce a Facebook di usare i dati che ha già raccolto (o a cui è già stato dato il permesso di accedere). Facebook avrà ancora accesso a tutto ciò che fai quando visiti il sito, inclusi commenti di Facebook, foto, Mi Piace, dati condivisi con app collegate a Facebook, etc.”

Qualora ne aveste bisogno, potrete comunque impostare delle “eccezioni” all’interno del contenitore virtuale. Ricordiamo che non funziona solo con Facebook ma anche con Instagram e Facebook Messenger.

Queste non sono le uniche novità introdotte nella versione 74.0, tra i vari miglioramenti troviamo Firefox Lockwise, il gestore di password integrato, che ora guadagna la possibilità di poter ordinare Login e Password in ordine alfabetico. Aggiunta anche la possibilità di importare facilmente i Preferiti da Internet Explorer o da Microsoft Edge, sia da Windows e Mac. I componenti aggiuntivi provenienti da applicazioni esterne ora potranno essere rimossi dal manager integrato nel browser.

Ultima ma non meno importante, la funzione che vi permetterà di aumentare la privacy durante le WebRTC, ovvero le videochiamate effettuate dai nostri browser, grazie ad un camuffamento del vostro reale indirizzo IP con l’assegnazione di uno casuale usando dei mDNS (Multicast DNS) per proteggere la privacy quando si espongono gli ICE candidates, istruzioni che permettono di comunicare e scambiarsi informazioni sul collegamento alla rete.

Come detto in apertura al momento la funzione è una peculiarità del browser e non potremmo ottenerla sulle relative app dedicate, vi consigliamo comunque l’attivazione per una maggiore sicurezza per tutte quelle situazioni in cui vi troverete ad accedere ai social network tramite il browser Firefox.

Un monitor economico per usi generici? Lenovo L27i a meno di 180 Euro acquistabile su Amazon è la scelta giusta.