Software

Mozilla: Firefox non abbandonerà il vecchio Windows XP

Windows XP sarà supportato da Microsoft con aggiornamenti di sicurezza sino all'otto aprile del prossimo anno, ma gli sviluppatori di browser continueranno a dare man forte a chi desidera rimanere sul vecchio sistema operativo. Poche settimane Google ha annunciato che Chrome "proteggerà" Windows XP fino al 2015 e adesso è Mozilla a far sapere di "non avere intenzione di eliminare il supporto agli utenti che usano Firefox su Windows XP". A dichiararlo è stato Johnathan Nightingale, vicepresidente di Firefox, interrogato da Neowin.net.

La fondazione non ha fissato a quanto pare una data di fine supporto, ma è chiaro che sarà presa una decisione nel prossimo futuro. C'è ancora molto tempo. Molti si staranno chiedendo come mai Google e Mozilla abbiano deciso di continuare a supportare il vecchio XP con i loro browser, ma è presto detto: la quota di mercato.

Osservando i dati pubblicati da NetMarketShare si nota come Windows XP rappresenti ancora oltre il 30% dei sistemi operativi che si connettono alla rete. Si tratta di centinaia milioni di utenti di Chrome e Firefox, che potrebbero crescere di numero quando Microsoft taglierà il supporto, lasciando scoperti gli utenti Internet Explorer, che saranno costretti a guardarsi intorno.

È probabile che in tanti facciano il salto almeno a Windows 7 (se non a Windows 8.1), ma questa considerazione non si può estendere a tutto il mondo, specie al sud-est asiatico e in Cina in particolare. Nella Repubblica Popolare XP domina con oltre il 70%, cioè tre sistemi su quattro hanno il sistema operativo che ha debuttato nel 2001. Ad aprile del prossimo anno la quota, facendo qualche conto, potrebbe scendere a circa il 65%.

Insomma, si può ben capire come le due software house abbiano deciso di prolungare il supporto e come, allo stesso tempo, ci sia un grande potenziale di crescita per le altre versioni dei sistemi operativi della casa di Redmond. Windows oggi detiene il 90% del mercato, ma non bisogna sottovalutare il fenomeno dei tablet, che ormai rappresenta un serio pericolo per i computer. È infatti probabile che tante persone – quelle che lo usano saltuariamente per "consumare contenuti" – passino dal PC al tablet, chiudendo la militanza sotto la bandiera di Windows per sempre, a meno che non acquistino un tablet Windows 8.1/RT.