Computer Portatili

MSI GT76 Titan, notebook o desktop? Dentro c’è un Core i9-9900K

MSI ha presentato al Computex 2019 due nuovi notebook per videogiocatori, GT76 Titan e GE65 Raider. Il primo portatile è un desktop replacement a tutti gli effetti, che arriverà sul mercato a un prezzo di partenza di 3500 euro a partire da luglio. L’altro è un fratellino minore ma non per questo meno interessante.

L’anima desktop del GT76 Titan la ritroviamo all’interno del notebook: non c’è infatti un processore mobile a bordo di questo GT76 Titan, bensì un Intel Core i9-9900K desktop che, secondo MSI, può essere overcloccato per mantenere una frequenza di 5 GHz su tutti e otto i core. L’azienda testa ogni modello per assicurarsi che gli utenti possano raggiungere questo traguardo.

La CPU può essere affiancata da GPU dedicate fino alla RTX 2080 di Nvidia e da un massimo di 128 di memoria DDR4-2666. Lo schermo è disponibile in due opzioni da 17,3”: un IPS Full HD 144 Hz oppure un 4K IPS con copertura del color gamut RGB del 100%. Dentro al notebook è possibile inserire un hard disk da 2,5” e fino a tre SSD NVMe M.2.

Hardware di questo genere ovviamente richiede un sistema di raffreddamento di tutto rispetto. MSI ha realizzato Cooler Boost Titan, un sistema di dissipazione che prevede fino a quattro ventole e 11 heatpipe, che confluiscono in una base di contatto lavorata (CNC) per una migliore dissipazione del calore della CPU.

Tutto questo ha ovviamente un risvolto negativo, il peso, ben 4,5 chilogrammi, ma è chiaramente un portatile da trasportare di rado. Bisogna infatti tenere presente che è accompagnato da due alimentatori da 240 watt ciascuno, che però si collegano al portatile tramite un singolo cavo.

L’azienda ha cercato di contenere il più possibile le cornici del monitor e ovviamente non si è risparmiata per quanto riguarda l’illuminazione RGB, con strisce di luce configurabili che corrono sui due lati e nella parte inferiore frontale. C’è anche una striscia nella parte posteriore, ma è solamente rossa.

Diversamente dai GT precedenti, MSI ha scelto di usare una tastiera a membrana di SteelSeries per contenere lo spessore. In 4,2 cm di spessore c’è spazio anche per quattro USB Type-A, una Thunderbolt 3, una USB Type C, una HDMI 2.0, una mini DisplayPort 1.4 e una porta Ethernet 2,5 Gb gestita da un chip Killer, così come la connettività Wi-Fi 6.

L’altro portatile gaming presente al Computex 2019, il GE65 Raider, ed è un prodotto più portatile (2,2 kg) grazie allo schermo IPS Full HD 240 Hz da 15,6”. L’hardware prevede processori Intel fino al Core i9 di nona generazione (mobile) e GPU fino alla GeForce RTX 2070.

All’interno c’è spazio per una unità di archiviazione da 2,5” e due SSD M.2 NVMe. È possibile inoltre installare fino a 64 GB di memoria DDR4-2666 e connettività Killer Wi-Fi 6 in grado di assicurare una velocità fino a 2,4 Gbps.