Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

MSI GTX 1650 Gaming X recensione

Recensione della MSI GTX 1650 Gaming X, la nuova scheda di Nvidia dedicata alla fascia bassa con GPU TU117 e 4 GB di memoria GDDR5.

La GeForce GTX 1650 è la proposta di Nvidia per la fascia bassa del mercato gaming. Si tratta di una scheda dedicata agli utenti che vogliono spendere poco ma avere comunque prestazioni sufficienti per giocare in Full HD ai battle royale o alle varie nuove uscite, accontentandosi di una qualità grafica media. Dopo aver visto la recensione generale oggi vi parliamo della MSI GTX 1650 Gaming X, il modello di punta delle varianti custom prodotto dall’azienda taiwanese.

La nuova scheda di Nvidia è mossa dalla GPU Turing TU117, affiancata da 4 GB di memoria GDDR5. Offre 896 CUDA core, 56 TMU e 32 ROPs. Di fabbrica Nvidia ha stabilito frequenze di base e boost pari rispettivamente a 1485 e 1665 MHz.

La MSI GTX 1650 Gaming X mantiene le caratteristiche quelle appena descritte, fatta eccezione per la frequenza massima che raggiunge i 1860 MHz, garantendo un buon incremento prestazionale nei giochi.

GeForce GTX 1660 Ti GeForce GTX 1660 GeForce GTX 1650 MSI GTX 1650 Gaming X 
Architettura (GPU)
Turing (TU116) Turing (TU116) Turing (TU117) Turing (TU117)
CUDA Core
1536 1408 896 896
Tensor Core
RT Core
Texture Unit
96 88 56 56
Freq. base 1500 MHz 1530 MHz 1485 MHz 1485 MHz
Freq. GPU Boost
1770 MHz 1785 MHz 1665 MHz 1860 MHz
Memoria
6GB GDDR6 12 Gbps 6GB GDDR5 8 Gbps 4GB GDDR5 8 Gbps 4GB GDDR5 8 Gbps
Bus
192-bit 192-bit 128-bit 128-bit
Bandwidth
288,1 GB/s 192 GB/s 128 GB/s 128 GB/s
ROPs
48 48 32 32
Cache L2
1,5 MB 1,5 MB 1024 KB (?) 1024 KB (?)

MSI GTX 1650 Gaming X: Com’è fatta

Il design reference prevede un consumo di 75 watt, quindi lo slot PCI-Express è sufficiente ad alimentare la scheda. Sulla MSI GTX 1650 Gaming X troviamo però un connettore d’alimentazione ausiliario a 6 pin, inserito per fornire tutta l’energia necessaria sia per mantenere la frequenza di boost più alta, sia per garantire un ulteriore margine di overclock.

La scheda misura 259 x 143 x 42 mm e pesa solamente 585 grammi. È dotata di pad termici nel backplate che migliorano il raffreddamento e del sistema Twin Frozr 7 con ventole TorX 3.0, che canalizzano il flusso d’aria per aumentare la pressione statica.

Il dissipatore è fornito di una base in rame placcato nickel, heatpipe in rame spesse 6 mm maggiormente concentrate e più ravvicinate alla GPU per favorire una migliore dissipazione del calore e alette ad onda che migliorano le prestazioni di raffreddamento.

Non manca la tecnologia Zero Frozr, che mantiene le ventole ferme fino ai 60°C e garantisce una maggiore silenziosità quando la scheda deve gestire carichi leggeri. Tramite il software MSI Afterburner è possibile fare overclock manuale, gestire il comportamento delle ventole e abilitare OC Scanner.

Sulla MSI GTX 1650 Gaming X troviamo tre uscite video: due DisplayPort 1.4 e una HDMI 2.0b. A prima vista possono sembrare poche, ma ricordiamo che la scheda supporta al massimo 3 monitor contemporaneamente, quindi sono sufficienti per sfruttarla al massimo.

MSI GTX 1650 Gaming X: Prestazioni

Processore Intel Core i9-9900K
Scheda madre Asus ROG Z390 Maximus XI Hero (WiFi)
RAM 2×8 GB DDR4 4133 MHz Viper 4 Steel
Alimentatore Sharkoon Silentstorm IceWind Black 750W
SSD Crucial BX300 480 GB
Dissipatore Noctua NH-U12A
Banchetto Dimastech Mini V1.0
Driver Nvidia GeForce 430.39 WHQL
AMD Radeon Adrenalin 19.4.3

Abbiamo confrontato questa MSI GTX 1650 Gaming X con le nuove GTX 1660 e 1660 Ti, la Radeon RX 470, la GTX 1050 3GB, la GTX 960, la GTX 1060 6GB e la RX 590. Non avevamo una RX 570 a disposizione, ma ricordiamo che tecnicamente la scheda è semplicemente una RX 470 con frequenze più alte.

Effettuando i nostri classici test abbiamo trovato conferma di quanto detto nella recensione generale: con questa scheda video potrete giocare in Full HD a dettagli medi ai principali titoli del momento e a dettagli medio alti ai vari battle royale. Tenendo poi conto del fatto che in questi giochi si imposta sempre la qualità grafica al minimo, non dovrete mai preoccuparvi di eventuali cali di FPS.

Dai nostri test possiamo vedere come la scheda sia superiore alla GTX 960 e – complessivamente – circa il 20% più veloce della GTX 1050 3 GB, tuttavia risulta inferiore alla RX 470 e di conseguenza alla più potente RX 570.

Per quanto riguarda l’overclock, siamo riusciti ad aumentare di 110 MHz la frequenza del core – raggiungendo i 1970 MHz in boost – e di 1400 MHz quella delle memorie, arrivando così a 9400 MHz. Vi ricordiamo comunque che i risultati variano da scheda a scheda, quindi con questa stessa GTX 1650 potreste essere più o meno fortunati di noi.

MSI GTX 1650 Gaming X: Temperatura, rumorosità e consumi

A livello di temperature la scheda non desta particolari preoccupazioni e il sistema di raffreddamento fa il suo dovere: dopo circa 10 minuti di stress test la temperatura si è assestata sui 63°C rilevati via software.

Per misurare la rumorosità abbiamo posizionato il fonometro a 10 cm di distanza e perfettamente perpendicolare alla scheda. Non si tratta di misurazioni assolute, eseguite in una camera anecoica con tutte le accortezze del caso, ma servono unicamente per poter dare un metro di paragone tra tutte le schede che proveremo.

Detto questo, con le ventole a pieno regime e dopo alcuni minuti di carico con Furmark, la rumorosità rilevata si è assestata a 41,3 dB. Al contrario, la misurazione in idle ha restituito un valore stabile intorno ai 40,2 dB (con ventole completamente ferme).

Parlando infine dei consumi, iniziamo dicendo che la piattaforma di prova – senza scheda video installata – consuma circa 33,2 watt. Una volta inserita la GPU il valore sale 42,4 watt.

Stressando la GPU con Furmark abbiamo registrato un consumo pari a 148 watt, mentre portando al 100% sia CPU che GPU tramite Furmark e Prime95 siamo arrivati a consumare 254,3 watt.

MSI GTX 1650 Gaming X: Conclusioni

La MSI GTX 1650 Gaming X garantisce un framerate adeguato nei principali battle royale e, se ci si accontenta di una qualità grafica media, permette di giocare in Full HD a tutte le ultime uscite.

La personalizzazione di MSI è efficace, la GTX 1650 non è rumorosa e il sistema di raffreddamento riesce a mantenere delle temperature adeguate. Purtroppo è la scheda così come ideata da Nvidia a lasciare diverse perplessità, soprattutto quando viene rapportata al prezzo finale.

La MSI GTX 1650 Gaming X costa circa 189 euro, una cifra elevata per quello che è la scheda, ma il problema è a monte: Nvidia ha imposto infatti un prezzo di partenza di ben 169 euro, decisamente troppo se si tiene conto del fatto che una RX 570 di AMD offre prestazioni superiori a circa 140 / 150 euro.

Di fatto sembra che Nvidia non creda molto in questa GTX 1650, che agli occhi di tutti (o quasi) appare come un semplice tappabuchi per rinnovare la fascia bassa e sostituire l’attuale GTX 1050 senza troppo sforzo.

Non ci resta che attendere i prossimi mesi (e l’arrivo di AMD Navi) per capire se l’azienda deciderà di abbassare il prezzo della GTX 1650 fino a 120 / 130 euro, cifra alla quale potrebbe essere più interessante e degna di maggior considerazione.