Schede madre

MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi | Recensione

In concomitanza con i nuovi processori Intel Core di undicesima generazione, nome in codice Rocket Lake, hanno fatto il loro debutto sul mercato anche le nuove schede madri dotate di chipset Z590, B560 e H570. In redazione abbiamo ricevuto alcune motherboard equipaggiate con il nuovo PCH Intel e oggi parleremo della MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi, soluzione di fascia media molto interessante, attualmente disponibile a un prezzo di 265 euro.

Il nuovo chipset Z590 porta con sé un buon numero di novità, come il supporto a WiFi 6E e a Thunderbolt 4. Tra le novità troviamo anche la possibilità di inserire fino a tre porte USB 3.2 Gen2x2 da 20Gbps (sulla MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi ne troviamo una, tipo C), fino a 10 porte USB 3.2 Gen2 da 10Gbps e fino a 10 USB 3.2 Gen1 da 5Gbps, così da garantire davvero moltissima connettività ad alta velocità.

Le 24 linee PCIe offerte sono ancora 3.0, tuttavia sono supportato fino a 20 linee PCIe 4.0 provenienti dalla CPU: abbinando a una scheda madre con chipset serie 500 uno dei nuovi processori Intel Core di undicesima generazione è quindi finalmente possibile sfruttare al massimo gli SSD di ultima generazione.

Esteticamente la MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi  non si discosta molto dagli altri modelli della famiglia, ma non è certo un male. Il PCB è nero e i dissipatori di chipset, VRM e SSD M.2 sono grigi, con alcuni dettagli bianchi e neri. Osservando la scheda più da vicino, nella parte superiore troviamo la copertura del pannello I/O e i dissipatori per il VRM a 16 fasi da 60 Ampere, in grado di alimentare senza problemi anche un Core i9-11900K grazie all’ausilio dei due connettori d’alimentazione (8 e 4 pin) presenti. Sulla destra troviamo i quattro slot DIMM con supporto a memorie fino a 5333MHz e fino a un massimo di 128GB, un connettore 4 pin per la ventola del dissipatore, due header (un 3 pin e un 4 pin) per la gestione degli RGB, due dei sei connettori 4 pin per le ventole del case, il classico connettore 24 pin ATX per alimentare la scheda e gli header JUSB3 e JUSB4, necessari per collegare rispettivamente le porte USB 3.0 tipo A e USB tipo C del case.

Sul lato sinistro della scheda trova posto il pannello I/O, che mette a disposizione un pulsante per il flash del BIOS, LAN 2,5G, HDMI 2.0b, DisplayPort 1.4, quattro USB 3.2 Gen1, due USB 2.0, una USB 3.2 Gen2 tipo A, una USB 3.2 Gen2x2 da 20Gbps tipo C, connettori per le antenne WiFi e cinque jack da 3,5mm e uscita ottica S/PDIF, pilotati da un codec Realtek ALC4080.

Nella zona centrale della MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi abbiamo gli slot M.2 e PCIe, nonché il chipset Z590 coperto da un dissipatore con la scritta “Tomahawk” in bella vista e dotato di LED RGB. Ognuno dei tre slot M.2 è equipaggiato con un dissipatore Shield Frozr, che aiuta a tenere sotto controllo le temperature e può essere personalizzato grazie a dei simpatici adesivi inseriti in confezione da MSI.

Gli slot PCIe sono quattro, due x16 e due x1. Il primo dei due PCIe x16 è rinforzato, così da sostenere meglio il peso della scheda video ed evitare che il PCB alla lunga si pieghi, causando danni e malfunzionamenti. nella parte sinistra troviamo un header 4 pin perfetto per la ventola posteriore del case e il jumper JBAT1 per il reset del BIOS, mentre sulla destra abbiamo il connettore per il modulo TPM (JTPM1), quattro porte SATA e un altro header 4 pin per le ventole.

Nella zona bassa della motherboard trovano infine posto l’header dedicato al pannello audio del case (JAUD1), un 3 e un 4 pin per gli RGB (JRainbow e JRGB), altri tre connettori 4 pin per le ventole, due porte SATA, l’header JFP1 per i pulsanti dello chassis, due connettori per porte USB 2.0 e un connettore PCIe 6 pin aggiuntivo, capace di alimentare dispositivi collegati allo slot PCIe e sprovvisti di connettore dedicato.

BIOS

A bordo della MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi troviamo il tipico BIOS delle motherboard della casa taiwanese. La schermata principale permette di abilitare rapidamente l’XMP e l’overclock automatico della CPU, accedere ad Hardware Monitor per modificare la curva e il comportamento delle ventole, gestire le priorità di avvio e visualizzare diverse informazioni sui componenti installati.

MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi - BIOS
MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi - BIOS

Premendo il tasto F7 è possibile accedere alla modalità avanzata, che offre diverse opzioni di configurazioni aggiuntive e più specifiche. Da qui è possibile abilitare il Resizable Bar, recentemente reso disponibile anche per CPU Intel e GPU Nvidia. La modalità M-Flash permette infine di aggiornare il BIOS della scheda madre, selezionando il file di aggiornamento da una chiavetta USB oppure direttamente da uno dei dischi presenti nel sistema.

MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi - BIOS
MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi - BIOS
MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi - BIOS

Benchmark

Per valutare le prestazioni della MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi e delle prossime schede madri che riceveremo in redazione, abbiamo messo insieme una nuova suite di test che include diversi carichi di lavoro. Sappiamo che non ci saranno grosse differenze tra le motherboard in termini di prestazioni pure, ma ci aspettiamo che alcuni elementi, come ad esempio la temperatura raggiunta dai VRM sotto stress, cambino. Per le nostre prove abbiamo usato un Intel Core i9-11900K, abbinato a delle memorie DDR4-3733 e a una RTX 3080 Founders Edition.

Nella nostra suite abbiamo incluso i test di PCMark 10 e PCMark 10 Applications, 7-Zip per compressione e decompressione, Cinebench R23 single e multi core, 3DMark Time Spy e Fire Strike Extreme per simulare giochi DirectX 11 e DirectX 12 e Aida 64 Memory. Abbiamo usato quest’ultimo software anche per misurare temperature e consumi sotto carico, sfruttando il test di stabilità del sistema (CPU, FPU, cache) e lasciandolo girare per 10 minuti con istruzioni AVX512 disabilitate.

Qui di seguito vi lasciamo una galleria con tutti i grafici dei benchmark, in cui confrontiamo le prime tre schede madri Z590 che abbiamo ricevuto: una MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi, una Gigabyte Z590 Aorus Master e una Asus ROG Maximus XIII Hero WiFi.

Come previsto, nei test non abbiamo riscontrato particolari differenze, con le tre schede madri che garantiscono prestazioni molto simili o praticamente equivalenti a seconda dei casi. La MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi si comporta bene in tutti i benchmark, risultando la migliore nel test di latenza della memoria di Aida 64 e facendo registrare consumi nella media, sia in idle che sotto carico. A questo proposito, i consumi sono rilevati alla presa e fanno riferimento a tutta la configurazione: l’unico elemento che cambia è la scheda madre, gli altri componenti sono sempre gli stessi.

Benchmark Z590 - Temperatura VRM

Come anticipato le differenze maggiori si vendono nella temperatura dei VRM, per la quale abbiamo registrato sia il valore medio che quello di picco durante i 10 minuti di stress test. Nonostante sia la peggiore delle tre schede madri finora testate, con una media di 47,7°C e un picco di 50,5°C la MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi fa registrare delle buoni valori, in linea con quelli che ci aspettiamo da prodotti di questo tipo (sia la ROG che la Aorus sono schede fascia superiore).

Conclusioni

Storicamente non è il momento migliore per assemblare un computer, ne abbiamo già parlato tante volte. I processori Intel di undicesima generazione sembrano però dare un po’ di speranza agli appassionati, visto che sono (quantomeno nel momento in cui scriviamo questa recensione) disponibili all’acquisto al loro prezzo di listino. Chi vuole assemblare un nuovo PC potrebbe pensare quindi di optare per un processore Rocket Lake e iniziare a comprare i primi componenti, in attesa di tempi migliori per l’acquisto della scheda video.

Nell’ottica di dover scegliere una scheda madre, vale la pena concentrarsi più sulle funzionalità che sulle performance. Come abbiamo visto, in termini di prestazioni pure non c’è una differenza sostanziale tra i modelli di fascia media come questa MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi e quelli top di gamma, quindi saranno le funzionalità, la connettività a disposizione e il rapporto qualità prezzo a essere determinanti in fase di scelta.

Da questo punto di vista, la MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi è davvero un ottimo prodotto: a un prezzo in linea con quello di altre schede madri simili (e con quello della versione X570) offre LAN 2,5G, WiFi 6E di ultima generazione, tre slot M.2 con Shield Frozr e dei buoni VRM dissipati a dovere, che permettono di sfruttare al meglio la CPU installata.

Se state facendo la “lista della spesa” per il vostro nuovo PC e avete in mente una configurazione di fascia medio-alta, basata su un processore Core i5 o Core i7 di undicesima generazione, la MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi è senza dubbio una motherboard da tenere in considerazione in fase di scelta: ha tutto quello che serve per supportare al meglio una build del genere e difficilmente vi deluderà.

MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi


La MSI MAG Z590 Tomahawk WiFi è un'ottima scheda madre per build di fascia medio-alta, che offre tutte le caratteristiche necessarie per supportare al meglio i processori Intel Core di undicesima generazione: a bordo troviamo VRM a 16 fasi da 60A adeguatamente raffreddati, tre slot M.2 con dissipatore, LAN 2,5G, WiFi 6E, una porta USB tipo C da 20Gbps e due uscite video (una HDMI e una DisplayPort) che permettono, se necessario, di sfruttare la grafica integrata Xe.

Pro

  • WiFi 6E integrato
  • Lan 2,5G
  • Tutti e tre gli slot M.2 hanno il dissipatore

Contro

  • Solamente due PCIe x16
  • Non ideale per l'overclock