Schede Grafiche

MSI RX 5700 XT Gaming X | Recensione

MSI Radeon RX 5700 XT Gaming X
Architettura
Radeon DNA (RDNA)
Numero Core
2560
Freq. Base GPU
1730 MHz
Quantità memoria
8GB
TDP
225 watt

Sono passati alcuni mesi dall’arrivo sul mercato delle schede video Radeon RX della serie 5700, segnatamente la RX 5700 e la RX 5700 XT. Come abbiamo visto provando le schede di riferimento, si tratta di buonissimi prodotti, in grado di offrire prestazioni adeguate per giocare bene in WQHD (2560×1080 pixel, 1440p) con livelli di dettaglio elevati.

Rispetto alle pari grado di Nvidia, non supportano il ray tracing tramite unità dedicate all’interno della GPU, e al momento non è dato sapere se AMD farà come Nvidia, portando la compatibilità via software anche sulle GPU prive di RT core. Il ray tracing non ha ancora spiccato il volo, ma sicuramente segnerà i videogiochi futuri a partire da fine 2020, quando arriveranno le console next-gen.

Alla base delle due schede video firmate AMD c’è una GPU chiamata Navi 10, caratterizzata da un’architettura Radeon DNA (RDNA) che secondo l’azienda è votata esclusivamente al gaming. La GPU è prodotta con processo a 7 nanometri di TSMC. Se volete approfondire i tratti dell’architettura RDNA potete fare riferimento a questo articolo.

Passiamo ai dati tecnici generali: la Radeon RX 5700 XT ha 40 Compute Unit, per un totale di 2560 stream processor (64 x 40) e una potenza di calcolo fino a 9,75 TFlops con operazioni FP32. Vi sono poi 8 GB di memoria GDDR6 e frequenze della GPU così descritte: 1605 MHz di base, 1755 MHz in Game e 1905 MHz in Boost. Il TBP (typical board power) di questa scheda è pari a 225 watt.

La frequenza Game, o Game Clock, non è altro che la frequenza a cui dovrebbe lavorare la scheda video in presenza di un carico di lavoro tipico, come appunto quello dei videogiochi, dove il range di clock può variare da una scena all’altra. Il modello minore Radeon RX 5700 ha invece 36 Compute Unit attive, per un totale di 2304 stream processor. Di conseguenza la scheda garantisce una potenza di calcolo FP32 pari a 7,95 TFLOPs.

Ritroviamo nuovamente 8 GB di memoria GDDR6, mentre le frequenze operative sono più basse: 1465 MHz di base, 1625 MHz in Game e 1725 MHz in Boost. Il TBP è pari a 180 watt.

Su entrambe la memoria GDDR6 è impostata a 14 Gbps, mentre il bus è pari a 256 bit, per un bandwidth di 448 GB/s, superiore a quello della RX Vega 56 (410 GB/s), ma inferiore ai 483 GB/s della RX Vega 64. Altre caratteristiche in comune sono le 64 ROPs, mentre le unità texture sono 160 sulla RX 5700 XT e 144 sulla RX 5700.

Sul fronte delle uscite video, da notare le tre DisplayPort 1.4 con DSC (Display Stream Compression 1.2a) e l’uscita HDMI 2.0b. Fatto questo corposo preambolo, parliamo dell’oggetto della recensione, la MSI RX 5700 XT Gaming X, proposta top nella linea del produttore taiwanese.

MSI RX 5700 XT Gaming X

Concentriamoci sulle differenze con il modello di riferimento. Partiamo dall’impatto visivo, totalmente diverso: cambia infatti il dissipatore, che in questo caso non è di tipo blower ma è una soluzione Twin Frozr 7 aperta, con due ventole.

Sotto la copertura plastica di colore nero – grigio con accenti rossi, troviamo un corposo radiatore con alette curve attraversato da heatpipe in rame a contatto diretto con la GPU tramite la base, anch’essa in rame.

MSI ha anche posto una piastra di raffreddamento in alluminio sopra i componenti che erogano energia, al fine di ottimizzare le prestazioni. Completano il tutto la pasta termica studiata da MSI, i pad termici sulla memoria e il backplate nella parte posteriore.

Da sottolineare che le due ventole TorX 3.0 lavorano insieme affinché aumenti la pressione statica e l’aria venga incanalata lungo il radiatore. Le ventole, sotto i 60 °C, non girano grazie alla tecnologia Zero Frozr che assicura quindi la massima silenziosità in idle.

Ovviamente un sistema di dissipazione così elaborato ha i suoi pro ma anche i contro: la scheda occupa 2,5 slot, ha dimensioni di 297 x 58 x 140 mm e pesa 1,4 kg circa.

A cambiare anche le frequenze, rispetto a quelle di riferimento: la scheda si spinge in boost fino a 1980 MHz, mentre opera più generalmente tra 1730 e 1870 MHz (base / game clock). Un aspetto da tenere presente, quantomeno se siete overclocker, è che questa scheda madre ha un solo BIOS. Da non dimenticare inoltre che a differenza della soluzione di riferimento questa scheda richiede due connessioni a 8 pin. Invariata la parte posteriore con tre uscite DisplayPort 1.4a e un’uscita HDMI 2.0b.

Prestazioni

In questo articolo potete leggere come testiamo le schede video. I dati relativi alla MSI Gaming X sono stati ottenuti con gli ultimi driver 19.10.1 disponibili all’inizio dei test, mentre quelli della RX 5700 XT di riferimento sono relativi ai driver del lancio.

Abbiamo svolto alcune verifiche e salvo alcuni titoli e risoluzioni, i driver non vanno a influenzare quella che in genere è una differenza media di 3/4 fps tra le due soluzioni. Anche per le schede GeForce i risultati sono legati a driver di luglio. Inoltre sottolineiamo che ogni titolo è stato con le ultime patch disponibili, quindi eventuali cambiamenti da parte della software possono incidere sulle prestazioni.

Abbiamo aggiunto i test con Gears 5, che denotano come le prestazioni siano chiaramente aumentate rispetto al debutto del gioco. Non abbiamo incluso Fortnite a causa dell’ultimo passaggio al Capitolo 2 che invalida i test svolti in precedenza.

Test MSI RX 5700 XT Gaming X 1080p
Test MSI RX 5700 XT Gaming X 1080p

La Gaming X di MSI è generalmente più veloce della soluzione di riferimento di qualche fps in virtù della frequenza di fabbrica maggiore, ma soprattutto perché come vedrete nel capitolo successivo, il dissipatore le permette di mantenere temperature decisamente contenute e quindi di mantenere lo stato di boost più a lungo.

Test MSI RX 5700 XT Gaming X 1440p
Test MSI RX 5700 XT Gaming X 1440p

In alcuni test potete vedere la scheda di riferimento avanti, ma si tratta di una variabilità che rientra nel margine d’errore. Come detto i giochi sono stati inoltre aggiornati, quindi eventuali cambiamenti al motore di gioco potrebbero incidere. Chiaramente se avessimo ripetuto i test sulla scheda di riferimento, i risultati avrebbero verosimilmente restituito la scheda MSI davanti.

Test MSI RX 5700 XT Gaming X 2160p
Test MSI RX 5700 XT Gaming X 2160p

Temperature, consumi e rumorosità

La RX 5700 XT Gaming X di MSI è senza dubbio una buona scheda: scalda molto meno rispetto al modello di riferimento e offre prestazioni in più alte, garantendo al tempo stesso un funzionamento silenzioso in idle e non rumoroso sotto carico.

Test MSI RX 5700 XT Gaming X rumorosità
Test MSI RX 5700 XT Gaming X temperature

Si conferma quanto abbiamo visto con le generazioni passate di schede video Radeon: i dissipatori di riferimento di AMD, pur in grado di permettere alle schede di funzionare bene, sono generalmente rumorosi a causa del progetto blower e della singola ventola.

Test MSI RX 5700 XT Gaming X consumi

La scheda consuma più della soluzione di riferimento per via delle frequenze maggiori. Si tratta di un bel salto, ravvisato anche da altre testate che hanno provato il modello in questione. È chiaramente legato alla capacità della scheda di funzionare a frequenze più alte per un periodo di tempo più lungo. I due connettori a 8 pin garantiscono margine per un ulteriore overclock.

Conclusioni

MSI ha fatto un buon lavoro per quanto concerne il sistema di raffreddamento, andando a sistemare l’elemento critico della scheda di riferimento. La Gaming X ha un dissipatore voluminoso, ma che francamente apprezziamo anche per colore e design.

Lo spessore del dissipatore non è un problema per un sistema desktop gaming tradizionale, ma può essere nei PC più compatti. Temperatura e rumorosità sono assolutamente nella norma e le prestazioni, come abbiamo visto, salgono leggermente rispetto alla proposta di riferimento in virtù dei clock più elevati.

Il problema è però un altro e si chiama prezzo. La Gaming X al momento non è molto disponibile e i negozi che la vendono pratica un prezzo piuttosto alto, oltre i 500 euro, a fronte di modelli di riferimento che sono venduti a 100 euro in meno.

A nostro giudizio la scheda diventa consigliabile nel caso vi sia una differenza al massimo di 60/70 euro con il modello reference. Oltre diventa difficile giustificare il rapporto tra prezzo e prestazioni. La speranza è che con l’aumento della disponibilità i prezzi possano scendere (nota: l’azienda ha fissato un prezzo di listino di 525 euro per la scheda, in rete si può trovare anche a meno, ma è chiaro che i venditori o sono dei benefattori o… a voi la conclusione e la scelta).

A patto quindi che il listino si abbassi, la RX 5700 XT Gaming X di MSI è una scheda che non fatichiamo a consigliare per le sue caratteristiche: risolve il tallone d’Achille del modello di riferimento e offre le prestazioni previste.

MSI Radeon RX 5700 XT Gaming X

La MSI Radeon RX 5700 XT Gaming X è una scheda video personalizzata (dissipatore differente e frequenze più alte) basata su GPU Navi 10 pensata per giocare a dettagli alti a 1440p.


Verdetto

La MSI Radeon RX 5700 XT Gaming X è una scheda video che offre alte prestazioni per giocare a 1440p con dettagli alti. Il dissipatore, elemento differenziante dalla soluzione di riferimento, garantisce alla scheda di lavorare a frequenze più alte mantenendo una buona silenziosità anche sotto carico. In genere la soluzione di MSI assicura circa 4 fps in più rispetto alla proposta di riferimento di AMD, ma lo fa mantenendo temperature e rumore sotto controllo, garantendo ulteriore margine di overclock.

Pro

Dissipatore; prestazioni.

Contro

Consumo; assenza di supporto al ray tracing; disponibilità e prezzo.