Schede Grafiche

MSI USA ha venduto GeForce RTX 3080 ad un prezzo più alto? La compagnia risponde alle accuse

Conosciamo bene la situazione attuale inerente al mercato delle schede grafiche NVIDIA della serie RTX 30 e la loro scarsa disponibilità. Purtroppo, la domanda rimane molto alta e gli acquirenti sono disposti a tutto pur di portarsene a casa un esemplare, arrivando anche ad acquistarlo a prezzi fuori da ogni logica proposti da evidenti approfittatori su eBay o altri siti. Alcune persone sono arrivate addirittura ad impiegare bot per acquistare le schede non appena comparivano sui principali rivenditori allo scopo di rivenderle successivamente con un alto guadagno.

MSI Gaming X Trio GeForce RTX 3080

Questo fenomeno non dovrebbe interessare produttori di terze parti affermati, ma recentemente su Reddit alcuni utenti hanno accusato MSI USA di aver venduto, tramite la società Starlit Partner, quattro schede grafiche GeForce RTX 3080 ad un prezzo quasi raddoppiato rispetto a quello consigliato. Nello specifico si trattava del modello MSI Gaming X Trio, che è stato proposto a 1.359$, ben 600$ in più rispetto al prezzo di listino.

Ci teniamo a precisare sin da subito che la situazione interessa unicamente MSI USA: le quattro RTX 3080 incriminate sono state vendute da Starlit su eBay.com e né la divisione italiana dell’azienda, né quelle degli altri paesi europei, hanno nulla a che fare con l’accaduto.

Interrogata al riguardo, MSI ha risposto tramite un messaggio ufficiale sul proprio account Twitter, confermando che Starlit Partner è di sua proprietà e si occupa della vendita di oggetti in eccesso dell’inventario o ricondizionati e non dovrebbe commercializzare prodotti nuovi come le schede grafiche della serie RTX 30. In seguito ad un’indagine, è stato scoperto che, per errore, è stato fornito l’accesso anche a prodotti che non dovrebbe trattare. Per questo motivo, Starlit Partner contatterà gli acquirenti delle schede fornendo loro la possibilità di restituire il prodotto e ricevere un rimborso completo, oppure avere un rimborso parziale che copre la differenza tra il prezzo di listino e quello pagato su eBay. Dopo aver individuato il problema, la vendita di ulteriori schede è stata bloccata.

Ovviamente, MSI USA si è scusata per l’inconveniente, promettendo che saranno effettuati controlli più approfonditi in futuro. Ricordiamo nuovamente che si è trattato di un caso isolato, che ha riguardato solo la filiale americana della compagnia.

In attesa che la Geforce RTX 3080 torni disponibile, su Amazon trovate varie schede MSI della serie RTX 20 a prezzi scontati.