Software

Musica in streaming: aumento royalty, effetti sulle tariffe?

Un aumento del 43,8% per i prossimi 5 anni in relazione alle royalty che le piattaforme di streaming musicale devono riconoscere ai cantautori negli USA. A sancire questa novità è stato il Copyright Royalty Board della United States Library of Congress, l'organismo statunitense deputato a stabilire le norme in materia di diritti d'autore. Un cambiamento che potrebbe sortire un effetto domino sulle tariffe di servizi come Spotify, Apple Music, Amazon Music Unlimited.

Attualmente questi servizi riconoscono ai cantautori ed agli editori royalty pari al 10,5%. Con la nuova normativa, questa percentuale è destinata a salire negli Stati Uniti nei prossimi 5 anni fino al 15,1%. Un aumento che inevitabilmente andrà ad assottigliare i ricavi delle piattaforme di streaming musicale.

streaming musica

Il tema delle royalties nel settore dello streaming continua a far discutere da anni. Attraverso questa nuova norma, dovrebbe restringersi il divario finanziario tra cantautori ed editori da una parte, ed etichette discografiche dall'altra. Resta però in piedi quella che sarà la perdita economica per le grandi piattaforme del settore, da Spotify ad Apple Music, passando da Amazon Music Unlimited e Google Play Music, solo per citarne alcune.

Leggi anche: Google Assistant, controllare con la voce Netflix e Spotify

Una delle ipotesi è che possano essere aumentate le tariffe che consentono agli utenti di usufruire di questi servizi. A prescindere che la norma arrivi da un ente statunitense, appare evidente come eventuali aumenti dei costi finali solo negli USA rappresenterebbero un autogol di carattere commerciale per le varie piattaforme.

streaming musica

Senza dimenticare il fatto che, molto spesso, questi servizi propongano tariffe simili a livello globale, o quanto meno differenziate semplicemente dal cambio di valuta. Per adesso non ci sono dichiarazioni ufficiali in merito ad eventuali aumenti delle tariffe. L'entrata in vigore della norma in questione consentirà comunque di poter avere un quadro più preciso.


Tom's Consiglia

iPhone 7 può essere ancora la scelta giusta per chi è alla ricerca di uno smartphone iOS senza voler spendere le cifre necessarie per i nuovi modelli. È disponibile all'acquisto attraverso Amazon con uno sconto di quasi 100 euro rispetto all'attuale prezzo di listino.