Tom's Hardware Italia
CPU

Niente Coffee Lake 8 core al Computex, aspettiamo settembre

Il Computex di Taipei di Intel si è chiuso con l'assenza di informazioni sulle schede madre Z390, che ormai diamo per certe, e nessuno riferimento alla tanto vociferata CPU Coffee Lake a 8 core, anch'essa una certezza. È stato dato spazio al Core i7-8086K, edizione speciale dell'8700K per festeggiare i 40 anni dall'8086, e si […]

Il Computex di Taipei di Intel si è chiuso con l'assenza di informazioni sulle schede madre Z390, che ormai diamo per certe, e nessuno riferimento alla tanto vociferata CPU Coffee Lake a 8 core, anch'essa una certezza.

È stato dato spazio al Core i7-8086K, edizione speciale dell'8700K per festeggiare i 40 anni dall'8086, e si è provato a stupire con la dimostrazione di una CPU a 28 core a 5 GHz (una frequenza raggiunta solo con un pesante OC figlio di un particolare sistema di raffreddamento, non è quella di fabbrica).

Che intenzioni ha quindi Intel per il futuro? Da qualche anno la roadmap dell'azienda, archiviata la strategia Tick-Tock che per anni ha scandito l'evoluzione dei suoi microprocessori, è confusa e caotica – probabilmente in virtù delle difficoltà nel mettere a punto il processo produttivo a 10 nanometri.

28 core intel computex

Rimaniamo quindi ancorati alle indiscrezioni in attesa di notizie ufficiali. Stando a quanto affermato dai giapponesi di PC Watch, solitamente ben informati, la CPU a 8 core Coffee Lake (e probabilmente le motherboard Z390) arriveranno a settembre, a circa un anno di distanza dall'introduzione dei Coffee Lake a 6 core. Non è da escludersi che vedremo un'offerta più completa, chiamata Coffee Lake Refresh, composta da più modelli, con magari qualche sorpresa nelle varie serie per quanto concerne il numero di core e thread.

PC Watch ha indiscrezioni anche per quanto riguarda le proposte HEDT, High End DeskTop, quelle che per intenderci si scontreranno con i Ryzen Threadripper di seconda generazione. Il sito parla di un aggiornamento della piattaforma LGA 2066 "Basin Falls", con una gamma di processori che andrà oltre gli attuali 18 core per arrivare fino a 22 core fisici. AMD, dal canto suo, proporrà soluzioni fino a 32 core e 64 thread.

Il vero rinnovamento della gamma workstation, se così possiamo definirla, è però atteso con le proposte basate su architettura Cascade Lake, che sembrerebbe previsto solo nel corso del 2019. Una voce che già circolava nei mesi passati.

Non è chiaro se Intel manterrà comunque quanto dichiarato nei giorni scorsi, quando ha affermato che la CPU a 28 core mostrata al Computex arriverà comunque entro fine anno. Insomma, più punti interrogativi che certezze per il futuro dell'offerta Intel: sarebbe utile, per tutti, se l'azienda facesse luce (come invece fa AMD da un anno a questa parte) sulla propria roadmap per il futuro.


Tom's Consiglia

Se ti serve una CPU per giocare bene e fare cose non troppo complesse con il tuo PC non serve spendere moltissimo. Un Core i3-8100 a poco più di 100 euro basta e avanza.