Software

Non solo un investimento

Pagina 3: Non solo un investimento

A questo punto sfatiamo un mito: l'acquisto di asset quali criptotoken o criptovalute non è da intendersi esclusivamente come un investimento finanziario. A seconda del progetto, infatti, questi servono per determinati scopi.

Un esempio eloquente è Augur: una piattaforma di predizione decentralizzata. Significa che i partecipanti possono "scommettere" su qualsiasi evento nel mondo reale, e nel caso in cui tale evento si verifichi davvero, ricevere un equo compenso.

augur1

A fornire le probabilità che l'evento in questione si verifichi e a convalidarne l'esito sono i detentori del Reputation, il token del network di Augur. Essi ricevono dei compensi per il lavoro svolto in proporzione al numero di REP detenuti. E se i detentori del token sono disonesti e mentono sugli esiti degli eventi? La rete li penalizza redistribuendo una quota parte dei loro criptotoken agli utenti che hanno convalidato le transazioni correttamente.

Non è un guadagno sicuro

Depositphotos 139003792 l 2015
Immagine Tzido / Depositphotos

Non è comunque tutto oro quel che luccica: l'acquisto di cripto-asset non fornisce alcuna garanzia di sorta. Ciò significa che partecipando ad una ICO vi rimettete letteralmente all'onestà degli emittenti: se questi volessero sparire nel nulla con il denaro ricevuto a pronti diverrebbe quasi impossibile rintracciarli e riavere indietro quanto investito.

Le ICO sono insomma un mezzo destinato probabilmente a cambiare molte cose nell'ambito del fundraising, possono far fruttare vere e proprie fortune, ma possono anche lasciare gli investitori con un cerino in mano.

Che cosa ne pensate? Sareste pronti a investire in una ICO? Fatecelo sapere nei commenti!


Tom's Consiglia

Minare criptomonete può convenire se paghi poco l'elettricità. Meglio farlo con un ASIC come questo