Tom's Hardware Italia
Mac

Nuovo MacBook Pro 13″, vecchie abitudini: RAM e SSD saldati

I moduli RAM e l'SSD, nel nuovo MacBook Pro 2018 con TouchBar, sono saldati alla scheda madre. È quanto emerge dall'analisi effettuata dai tecnici del noto portale iFixit, che hanno completamente smontato la versione da 13 pollici. Sarà dunque impossibile effettuare, con facilità, un upgrade hardware di queste componenti, ma questo non è l'unico aspetto rilevante evidenziato. […]

I moduli RAM e l'SSD, nel nuovo MacBook Pro 2018 con TouchBar, sono saldati alla scheda madre. È quanto emerge dall'analisi effettuata dai tecnici del noto portale iFixit, che hanno completamente smontato la versione da 13 pollici. Sarà dunque impossibile effettuare, con facilità, un upgrade hardware di queste componenti, ma questo non è l'unico aspetto rilevante evidenziato.

iFixit ha infatti assegnato un punteggio di riparabilità pari a 1 su 10. Secondo i tecnici del portale dunque, è molto complesso operare una riparazione sui nuovi MacBook Pro da 13", per i quali evidentemente bisognerà rivolgersi ad Apple. Una delle criticità evidenziate è l'assemblaggio del case superiore, nel quale tastiera, batteria e altoparlanti sono tenuti insieme da un'importante quantità di colla.

MacBook Pro 13 1

Questo sembra rendere difficile un'eventuale riparazione singola dei componenti in questione. Inoltre, il TouchID (che funge anche da tasto di accensione) è accoppiato al nuovo chip T2 (già visto a bordo di iMac Pro) sulla scheda logica. Un eventuale problema richiederebbe dunque l'intervento diretto da parte di Apple, con una probabile sostituzione della scheda madre.

Leggi anche: MacBook Pro 2018, ecco com'è fatta la nuova tastiera

È stata inoltre rimossa la porta interna per il recupero dei dati, e questo pone un importante interrogativo su come Apple possa eventualmente recuperare i dati di un MacBook Pro 13" 2018 danneggiato, visto l'SSD saldato sulla scheda madre. Insomma, tutti dubbi che potranno essere fugati direttamente dall'azienda di Cupertino.

MacBook Pro 13 3

Le notizie positive arrivano invece dalla batteria (in questo modello da 13 pollici è leggermente più capiente rispetto al predecessore, 58 Wh con 6 celle contro 49,2 Wh con 5 celle) e dal trackpad, che può essere rimosso senza la necessità di smontare la batteria stessa. Un aspetto che potrebbe facilitarne un'eventuale riparazione.

Leggi anche: MacBook Pro con Touch Bar, brutta notizia: l'SSD è saldato

Come spesso accade con i notebook Apple, la riparabilità non sembra essere il punto forte di questo MacBook Pro 2018 con TouchBar, almeno in relazione al modello da 13 pollici. Del resto, si tratta di macchine su cui, visti anche i costi (la variante da 15 pollici può superare gli 8.000 euro nella configurazione top), ha poco senso intervenire al di fuori dell'assistenza ufficiale.


Tom's Consiglia

iPhone 8, nella versione da 64 GB di storage, è in offerta su Amazon con 200 euro di sconto rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.