Software

Nuovo ReactOS: la versione 0.4.13 è più stabile

Il sistema operativo open source ReactOS si aggiorna alla versione 0.4.13, portando con sé molte novità per aumentare sempre di più la compatibilità con il codice di vari driver e applicazioni nativamente pensate per l’ambiente Windows.

ReactOS é un progetto di sistema operativo completamente libero, nato nel 1996 come FreeWin95 per volontà di Jason Filby, sviluppatore di Oracle Database, con l’intento di gestire codice binario scritto per Windows. Il nome tramutò al primo rilascio (v0.0.7-1998), e cambiò in ReactOS, abbandonando come target Windows 95 in favore di Windows NT, quindi più “Unix oriented”.

Essendo ancora in fase alpha il progetto non é da ritenersi completo, anzi. Il supporto dato negli ultimi 20 anni dalla comunità di appassionati nel mondo ha però permesso agli sviluppatori di poter creare qualcosa di certamente affascinante e peculiare, tanto da diventare oggetto anche di diversi hackfest in Germania.

Ricordiamo la compatibilità (in via di sviluppo) con varie architetture: x86, amd64, i686, ARM, MIPS, Alpha AXP, PowerPC, Xen, IA-32, IA-64 e Xbox.

La nuova versione 0.4.13 é stata rilasciata con ReactOS Build Environment v2.1.2 e GCC (GNU Compiler Collection) v4.7.2. Tra le varie migliorie al kernel, segnaliamo il supporto driver per Intel Pro/1000 NIC, una maggiore stabilità con FreeLoader FAT, ripristinata la fase di avvio di Windows Server 2003 , corretto un evento BSoD (Blue Screen of Death) con Esplora Risorse e vari aggiornamenti per Xbox, tra cui XQEMU.

Il sottosistema Win32 é stato oggetto di una profonda cura, risolvendo bug conosciuti che restituivano ulteriori BSoD. Nei driver di sistema si é posta attenzione all’implementazione USB, per CD-ROM (vedi LiveCD) e memorizzazione. Sono aumentati supporto e stabilità con BTRFS, il file system sviluppato da Oracle per Linux.

Nelle DLL di sistema, tra le novità vediamo l’aggiunta di Xbox HAL, completo supporto al calendario giapponese, vari errori corretti con applicazioni 3D, compatibilità driver Nvidia uguali o precedenti alla versione 181.22.

Nelle DLL utente segnaliamo l’implementazione di netplwiz.dll e la risoluzione di un altro problema Blue Screen con l’utilizzo di Miranda IM 0.10.21. Migliore gestione dei metafile appunti e Utility Manager. Miglioramenti generali per hardware HP (portatili) e chipset AMD SB600.

Siamo fiduciosi che il progetto possa essere portato avanti, soprattutto per il notevole interesse e supporto da parte della comunità. Qui troverete la pagina con il changelog completo.

Se vuoi accelerare le prestazioni del tuo pc, usa il Sabrent Rocket da 512GB in formato NVMe : fino a 2000 MB/s di scrittura sequenziale! Lo trovi in offerta speciale su Amazon.