Tom's Hardware Italia
Memorie

Nuovo record per la memoria DDR4, 5566 MHz sotto azoto liquido

Si sposta in avanti, anche se di poco, il limite di frequenza delle memorie DDR4. Nelle scorse ore è caduto il precedente record di 5543 MHz, superato dai 5566 MHz raggiunti dall’overclocker Hocayu, ovviamente con l’ausilio di abbondante azoto liquido. Il nuovo traguardo è stato raggiunto con un modulo di memoria a 8 GB G.Skill […]

Si sposta in avanti, anche se di poco, il limite di frequenza delle memorie DDR4. Nelle scorse ore è caduto il precedente record di 5543 MHz, superato dai 5566 MHz raggiunti dall’overclocker Hocayu, ovviamente con l’ausilio di abbondante azoto liquido.

Il nuovo traguardo è stato raggiunto con un modulo di memoria a 8 GB G.Skill Trident Z RGB (chip Samsung b-die) sulla nuova motherboard Z390 Asus ROG Maximus XI Gene. La scheda madre micro ATX di Asus si era già dimostrata un’ottima base per gli overclocker nei giorni scorsi, consentendo a der8auer di portare un Core i9-9900K a 7,61 GHz con raffreddamento all’elio liquido.

Potete dare un’occhiata alla pagina del record su HwBot e alla convalida della frequenza con CPU-Z a questo indirizzo. Sulla motherboard trovava posto anche un Core i7-8700K, con frequenza ridotta (downclock) durante il test e soli due core / thread attivi al fine di mantenere la stabilità. Per raggiungere quella frequenza elevata Hocayu ha dovuto impostare i timing della memoria su CL 24-31-31-63 3T.

Per quanto riguarda le memorie raffreddate ad aria invece, ricordiamo che G.Skill ha mostrato all’ultimo Computex un kit DDR4 da 16 GB (2 x 8 GB) a 5066 MHz, sempre della famiglia Trident Z RGB, caratterizzato da timing abbastanza alti pari a 21-26-26-54. Di quel kit però non se ne è saputo più nulla, ma dati i prezzi delle memorie RAM in questi mesi, non ce la sentiamo proprio di strapparci i capelli, dato che verosimilmente il prezzo sarebbe del tutto spropositato.

Per concludere, è bene sapere che è già partito lo sviluppo della memoria DDR5. Nonostante manchi ancora uno standard JEDEC, Micron ha già manifestato l’intenzione di avviare la produzione il prossimo anno. Niente paura, il nuovo standard di memoria dovrebbe trovare spazio nel mondo dei PC non prima del 2020.