Schede Grafiche

Asus ROG Strix GTX 1660 Ti OC Edition e MSI GTX 1660 Ti Gaming X

Pagina 3: Asus ROG Strix GTX 1660 Ti OC Edition e MSI GTX 1660 Ti Gaming X

Nvidia non ha realizzato una Founders Edition di questa scheda, ma ha lasciato ai partner il compito di portarla sul mercato. A noi sono giunte la Asus ROG Strix GTX 1660 Ti OC Edition e la MSI GTX 1660 Ti Gaming X.

La scheda di Asus ha un sistema di raffreddamento con tre ventole assiali, che a detta dell’azienda generano maggiore pressione dell’aria grazie alle pale più grandi. È presente la tecnologia 0dB, che assicura la silenziosità in assenza o con carico ridotto: se la temperatura rimane sotto 55°C, le ventole non partono. Affinché questa tecnologia funzioni è però necessario attivarla, tramite uno switch sulla scheda che attiva la modalità Quiet.

Per assicurare una migliore dissipazione del calore, Asus ha adottato la tecnologia MaxContact, che come fa intuire il nome crea maggiore contatto con la GPU, permettendo un miglior trasferimento termico. Il sistema di raffreddamento è dotato anche di un frame metallico che migliora l’integrità strutturale e un backplate con illuminazione Aura Sync.

Il radiatore è piuttosto voluminoso ed è percorso da alcune heatpipe. La scheda è lunga 28,6 cm per quanto riguarda il PCB, ma il dissipatore si estende leggermente portando il tutto a 30,2 cm. È profonda 13 cm ed è spessa 5 cm, mentre il peso è di 1,190 grammi.

  Asus ROG Strix GTX 1660 Ti OC Edition MSI GTX 1660 Ti Gaming X
Architettura (GPU)
Turing (TU116) Turing (TU116)
CUDA Core
1536 1536
Tensor Core
RT Core
Texture Unit
96 96
Frequenze GPU Gaming Mode: 1500 MHz / 1860 MHz
OC Mode: 1530 MHz / 1890 MHz
Base: 1500 MHz
Boost: 1875 MHz
Memoria
6GB GDDR6 12 Gbps 6GB GDDR6 12 Gbps

Dal punto di vista dei connettori, sulla parte frontale abbiamo un connettore FanConnect II e un Aura RGB. Il primo serve per pilotare le ventole del case in accordo a quelle della GPU e in base alla temperatura della stessa. Aura RGB consente invece di sincronizzare l’illuminazione RGB della scheda con gli altri componenti dell’ecosistema Aura. L’alimentazione della scheda è assicurata da un connettore a 8 pin. Nella parte posteriore troviamo due HDMI 2.0b e due DisplayPort 1.4. Assente il connettore USB C per il VirtualLink dei futuri visori VR.

La MSI GTX 1660 Ti Gaming X è una scheda video più compatta, con una lunghezza del PCB di 23,2 cm (24,8 cm con il dissipatore), spessa 4 cm e profonda 12,7 cm. La scheda di conseguenza pesa meno della Asus, 872 grammi.

La Gaming X è dotata di un sistema di raffreddamento Twin Frozr 7 con ventole TorX 3.0 che canalizzano il flusso d’aria per aumentare la pressione statica. Secondo MSI, il dissipatore migliora le prestazioni di raffreddamento del 13% rispetto alla generazione precedente, grazie a un radiatore con alette a onda.

Parlando proprio di radiatore, abbiamo una base in rame placcato nickel e heatpipe in rame (da 6 mm) che sono maggiormente concentrate e più ravvicinate alla GPU per favorire una migliore dissipazione del calore. Inoltre come ormai un po’ su tutte le schede, anche la soluzione di MSI – grazie alla tecnologia Zero Frozr –  mantiene ferme le ventole fino a 60 °C. Il backplate non è solo estetico, ma ci sono anche dei pad che favoriscono il raffreddamento. Non mancano i LED RGB, ormai una costante. Per quanto riguarda le uscite video, abbiamo tre DisplayPort e una HDMI.

Le due schede saranno oggetto di singoli approfondimenti in seguito.