Schede Grafiche

Nvidia Pascal e AMD Greenland, lotta di potenza ma anche di efficienza

Nel corso dell'edizione giapponese della conferenza GPU Technology Conference (GTC), Nvidia ha confermato qualche informazione emersa in precedenza sulle future schede video basate su architettura Pascal. È con questo nuovo progetto che Nvidia farà il grande salto alla memoria High Memory Bandwidth, per la precisione la seconda generazione detta anche HBM2.

Come noto a chi segue il settore AMD è stata la prima ad adottare questa memoria con le schede R9 Fury e la R9 Nano. La nuova memoria offre per un bandwidth decisamente superiore alle GDDR5, permettendo di raggiungere ulteriori vette prestazionali grazie all'eliminazione dei colli di bottiglia. Le virtù della memoria HBM però sono molteplici e vi consigliamo la lettura di questo nostro approfondimento in merito.

nvidia pascal
Prototipo di scheda Nvidia Pascal

La memoria HBM2 non solo offrirà maggiore densità rispetto alla precedente, ma anche un ulteriore incremento delle prestazioni. Stando alle informazioni raccolte dal sito VR World, benché la GPU possa supportare fino a 32 GB di memoria HBM2, in principio vedremo soluzioni con un massimo di 16 GB di memoria e un bandwidth pari a 1 TB/s.

Le proposte con 32 GB probabilmente saranno dual-GPU e non arriveranno prima di un ulteriore step di maturità della tecnologia. Le soluzioni per il mercato HPC, che Nvidia commercializza sotto il brand Tesla, avranno NVLink, un'interconnessione sviluppata dalla stessa azienda per superare il collo di bottiglia del bus PCI Express offrendo prestazioni fino a cinque volte maggiori.

Per quanto riguarda la GPU, invece, VR World afferma che Nvidia si rivolgerà a TSMC, realizzando i chip con il processo a 16 nanometri FinFET. Precedenti indiscrezioni – da prendere con le pinze – riportavano che la proposta di punta GP100 è già nelle mani di Nvidia e che potrebbe contare qualcosa come 17 miliardi di transistor, più del doppio dell'attuale GM200.

Per quanto concerne l'architettura Pascal, VR World scrive che all'interno della GPU la velocità nello scambio dei dati sarà superiore ai 2 TB/s. Il sito fa inoltre notare come Nvidia non abbia finora creato una scheda Tesla con due GPU Maxwell, lasciando sul mercato la Tesla K80 con due GPU GK210. L'obiettivo è chiaramente quello di creare una Tesla con due GPU Pascal connesse tra loro da NVLink.

Al momento non sono emerse informazioni più concrete rispetto a quelle già circolate in passato riguardo le peculiarità dell'architettura, ma d'altronde siamo a diversi mesi dal debutto, che avverrà probabilmente nel secondo trimestre 2016. Lo stesso sito però sembra avere anche qualche soffiata che riguarda i futuri piani di AMD. Di recente abbiamo appreso che l'azienda sta realizzando almeno due nuove GPU per il prossimo anno.

amd roadmap

Allo stesso modo nelle scorse settimane GlobalFoundries ha annunciato di aver prodotto i primi prodotti AMD a 14 nanometri. Nella nota stampa si faceva riferimento anche ai core grafici. Secondo VR World non si è trattato di un refuso: le GPU di prossima generazione di AMD saranno effettivamente realizzate a 14 nanometri, creando quella che possiamo definire "una guerra nella guerra".

A quanto pare infatti non ci sarà solo uno sconto tra architetture (e di conseguenza potenza) con Nvidia ma anche una battaglia a colpi di efficienza energetica, in cui il processo produttivo giocherà la sua parte. AMD, ufficialmente, sta lavorando per ottenere un raddoppio delle prestazioni per watt. VR World fa notare inoltre come la produzione si terrà presso la Fab 8 nello stato di New York, cosa che permetterà ad AMD di vantare una produzione in terra natia.

amd fiji
AMD Fiji con memoria HBM

Il sito ritiene che la GPU Greenland avrà oltre 15 miliardi di transistor e sarà disponibile su prodotti con 16 e 32 GB di memoria HBM2, in schede a singola e doppia GPU. "Il progetto della scheda deriverà da quanto imparato da AMD con la rivoluzionaria R9 Nano e la futura R9 Fury X2 (nome in codice Gemini)", aggiunge il sito.

"Greenland offrirà una nuova architettura che non dovrebbe essere considerata un membro della famiglia GCN (Graphics Core Next). A differenza dell'attuale gamma GCN 1.0, 1.1 e 1.2 si tratta di un GCN 2.0", aggiunge VR World sottolineando che i prodotti basati su Greenland rivolti al mercato HPC "non dovrebbero avere problemi" a battere Intel Knights Landing di un fattore "pari a due".

Radeon R9 Fury Radeon R9 Fury
Radeon R9 Fury Radeon R9 Fury