Schede Grafiche

Prestazioni con Ray Tracing e DLSS

Pagina 2: Prestazioni con Ray Tracing e DLSS

Piattaforma di prova

Così come la RTX 3080, anche la RTX 3090 utilizza un’interfaccia PCIe 4.0, quindi abbiamo deciso di eseguire i nostri test su una piattaforma AMD Ryzen 3000. Nvidia ha comunque voluto precisare che non ci sono reali differenze tra l’uso del PCIe 4.0 e del PCIe 3.0, con prestazioni che variano solamente del 1-2%. Qui sotto vi lasciamo la classica tabella riepilogativa della nostra configurazione, segnalandovi che la RAM è passata da 16GB a 64GB per evitare potenziali problemi con i programmi di content creation.

Processore AMD Ryzen 9 3900X (acquistabile qui)
Scheda madre Asus ROG X570 Crosshair VIII Hero (WiFi) (acquistabile qui)
RAM Corsair Dominator Platinum RGB (acquistabile qui)
Alimentatore Asus ROG Thor 850W (acquistabile qui)
SSD Corsair MP600 2TB (acquistabile qui)
Dissipatore NZXT Kraken X73 (acquistabile qui)
Banchetto Dimastech Mini V1.0 (acquistabile qui)
Driver Nvidia GeForce 456.38
AMD Adrenalin 2020 Edition 20.9.1
OS Windows 10 Pro, versione 2004 (acquistabile qui)

Prestazioni con Ray Tracing e DLSS

Metro Exodus

Come negli altri casi, abbiamo eseguito il benchmark di Metro Exodus abilitando il DLSS e impostando il preset grafico Ultra sia per la grafica che per il Ray Tracing. La RTX 3090 raggiunge i 71,6 FPS, il 18% in più rispetto alla RTX 3080.

Battlefield V

Battlefield V non permette di selezionare il livello di qualità di Ray Tracing e DLSS, ma semplicemente di abilitare. Alla massima qualità disponibile la RTX 3090 genera 89,6 FPS medi, superando la RTX 3080 del 20%.

Control

Per i test di Control abbiamo selezionato il preset massimo per il Ray Tracing e per il livello di dettaglio, mentre la risoluzione DLSS è stata impostata a 1440p. La RTx 3090 riesce a superare la soglia dei 60 FPS, toccando i 68,8 frame al secondo e migliorando la RTX 3080 del 18%.

Deliver us the Moon

In Deliver us the Moon abbiamo scelto la modalità qualità del DLSS, grazie al quale la RTX 3090 riesce a raggiungere i 145,4 FPS. Il divario con la RTX 3080 è meno marcato di quanto visto in altri giochi e si attesta qui sul 14%.

Mechwarrior 5 Mercenaries

Come in Deliver us the Moon, anche in Mechwarrior 5 Mercenaries è presente solamente il DLSS, qui impostato in modalità qualità. La RTX 3090 fa segnare 170,6 FPS, il 22% in più rispetto alla RTX 3080.

Minecraft

Per eseguire il benchmark di Minecraft RTX abbiamo utilizzato una mappa creata appositamente chiamata Portal Pioneers, studiata per mettere in mostra tutti i vari effetti visivi introdotti dal Ray Tracing. La RTX 3090 tocca i 116 FPS, superando anche in questo caso la RTX 3080 del 22%.

Shadow of the Tomb Raider

In Shadow of the Tomb Raider abbiamo abilitato il DLSS e impostato la qualità grafica e del Ray Tracing al massimo. La RTX 3090 raggiunge gli 83 FPS medi, migliorando il risultato della RTX 3080 del 16%.

Wolfenstein Youngblood

In Wolfenstein Youngblood abbiamo eseguito i test con Ray Tracing attivo, qualità grafica massima e DLSS in modalità qualità. La RTX 3090 riesce a generare 141,5 FPS medi, migliorando il già ottimo risultato della RTX 3080 del 12%.

Death Stranding

Anche per quanto riguarda Death Stranding abbiamo selezionato il massimo dettaglio grafico e impostato il DLSS in modalità qualità. La RTX 3090 raggiunge i 153,9 FPS e supera del 16% la RTX 3080 Founders Edition.

F1 2020

Per il benchmark di F1 2020 abbiamo scelto il circuito di Monaco e una condizione di pioggia forte, in modo da impegnare il più possibile la scheda video. Abilitando il DLSS la RTX 3090 raggiunge i 154,3 FPS, un risultato il 12% migliore di quello della RTX 3080 e che permette di sfruttare al massimo i monitor 144Hz.

Fortnite

Per Fortnite abbiamo eseguito i test sia con il DLSS in modalità qualità che in modalità prestazioni. I risultati che vedrete in questi due grafici sono differenti da quelli presenti nella recensione della RTX 3080, ma il motivo è semplice: il gioco è stato aggiornato, così come i driver Nvidia, quindi abbiamo deciso di rifare i nostri benchmark. In generale possiamo dire che il framerate è notevolmente migliorato, sia con il DLSS qualità che prestazioni.

Con il DLSS in modalità qualità la RTX 3090 permette di superare i 60 FPS, raggiungendo i 67,8 FPS. Il risultato è il 24% superiore a quello della RTX 3080, che ora raggiunge i 54,8 FPS.

Impostando il DLSS in modalità prestazioni la RTX 3090 sfonda il muro dei 100 FPS e tocca i 102,2 FPS medi. Qui l’incremento sulla RTX 3080 si attesta sul 22%, con la sorella minore che si ferma a 83,7 FPS.