Tom's Hardware Italia
Software

Nvidia strizza l’occhio agli streamer: la nuova versione di OBS permetterà streaming professionali da un solo PC

Grazie alla collaborazione con OBS, gli streamer potranno usare Nvidia NVENC al massimo, per streaming di altissima qualità e basso impatto. Coinvolte le GPU GeForce RTX, ma non solo.

Spesso gli streamer sono costretti, per poter offrire contenuti di massima qualità, a usare due PC: uno per giocare e uno per streammare (perdonateci, ma ormai si usa…). Questo significa dover affrontare una spesa non indifferente, che non tutti si possono permettere.

Nvidia lo sa e ha lavorato attivamente con OBS per cercare di ovviare al problema: la prossima versione del software integrerà infatti alcune migliorie e ottimizzazioni ideate per dare la possibilità a chi ha un computer fisso o portatile con Nvidia RTX (compresa la nuova RTX 2060) di streammare con un solo PC alla stessa qualità ottenibile con un setup doppio.

Il tutto è reso possibile da NVENC, una sezione indipendente della GPU dedicata all’encoding video. Utilizzarla permette di alleggerire enormemente la CPU e di conseguenza evitare che le prestazioni della scheda video siano strozzate dal classico “collo di bottiglia”, garantendo così anche ottime performance nei giochi.

La nuova versione di OBS arriverà per la fine di gennaio e, rispetto a quella attuale, dovrebbe garantire un impatto dello streaming sugli FPS fino al 66% inferiore a quanto avviene oggi. Questo si traduce in più FPS all’interno dei giochi: Nvidia afferma di aver registrato, usando l’encoder NVENC, un aumento del framerate del 48% rispetto a quello ottenuto con l’encoding x264 Fast e del 27% rispetto a quello con x264 Very Fast in titoli come Fortnite, PUBG e CoD Black Ops 4 – Blackout.

Gli utenti con una nuova Nvidia RTX non saranno però gli unici a beneficiare di questi miglioramenti. Nvidia afferma infatti che anche chi utilizza una GTX dotata di NVENC, dalla serie 700 in poi, noterà un framerate più alto nei giochi durante le sessioni di streaming. Le RTX risultano poi essere il 15% più efficienti rispetti alle precedenti GPU Pascal, e utilizzare NVENC consente di streammare alla stessa qualità che si avrebbe con l’encoding x264 Medium. Qui sotto vi lasciamo alcune immagini fornite da Nvidia come dimostrazione della qualità maggiore che si ottiene sfruttando una scheda RTX.

Nvidia afferma infine che il nuovo encoding sarà un ottimo strumento per migliorare la qualità dell’immagine anche per gli streamer che non hanno banda sufficiente per delle live in 1080p e sono costretti a fermarsi a risoluzioni inferiori. Per quanto riguarda gli utilizzatori di StreamLabs OBS, le novità saranno introdotte non appena la nuova versione di OBS sarà disponibile.