Schede Grafiche

OpenGL 4.2: Nvidia già pronta, driver AMD in arrivo

Il gruppo Khronos ha presentato ufficialmente le specifiche OpenGL 4.2, l’ultimo aggiornamento alla nota API multipiattaforma 3D. Le nuove caratteristiche integrano diverse funzionalità progettate per migliorare le prestazioni delle operazioni comuni, in modo da consentire agli sviluppatori di creare più facilmente software 3D ad alte prestazioni.

OpenGL si aggiorna alla versione 4.2

Queste caratteristiche includono un sistema di creazione dei pacchetti con valori multipli di 8 o 16 bit in valori singoli da 32 bit, una funzione che permette di elaborare gli shader con più efficienza. In questo modo è infatti possibile ridurre la memoria e l’ampiezza di banda necessaria per questo genere di operazioni, in particolare durante il trasferimento di dati tra le fasi dello shader.

Un’altra nuova chicca è l’abilitazione di shader con i cosiddetti “atomic counters”, capaci di caricare e immagazzinare operazioni di scrittura, modifica e lettura di dati fino a un singolo livello di una texture

Con OpenGL 4.2 è inoltre possibile acquisire le forme già elaborate dalla GPU con la tessellation e disegnare più istanze del risultato, in modo da replicare gli oggetti e riposizionarli in modo più efficiente senza dover rifare l’operazione da capo.

Infine è possibile anche modificare un sottoinsieme di una texture compressa, senza doverla riscaricare completamente, cosa che permette di migliorare significativamente le prestazioni della GPU.

I driver nVidia sono già pronti e disponibili per il download, quelli AMD arriveranno presto in versione beta

In modo simile alle altre versioni OpenGL 4.x, queste nuove funzionalità dovrebbero essere supportate dall’attuale hardware compatibile con OpenGL 4 e Direct3D 11. L’unico requisito sarebbe un aggiornamento dei driver, già disponibili da nVidia su Windows e Linux. Per una lista delle schede video compatibili e per scaricare i nuovi driver dell’azienda potete cliccare su questo collegamento.

I possessori di hardware AMD dovranno aspettare ancora un po’, anche se secondo le ultime dichiarazioni sembra che i driver dell’azienda arriveranno presto, seppur in versione beta.