Tom's Hardware Italia
Monitor

Philips, USB C al centro dei nuovi monitor. E c’è un modello pensato per le console

Dopo il 32 pollici 329P9H, Philips porterà sul mercato a ottobre il 43 pollici 439P9H ma non solo. La linea Momentum pensata per i giocatori console vede l'arrivo di un 32 pollici chiamato 326M6VJRMB.

Connettività e massima flessibilità. In queste due parole si riassume il mantra di Philips (MMD), che nei giorni scorsi a Madrid ci ha parlato della nuova linea di monitor che vedremo sul mercato nei prossimi mesi.

Al centro di questa strategia c’è un singolo cavo USB C 3.1 Type C, tramite cui far passare dati, segnali video, connettività di rete e soprattutto energia per ricaricare i dispositivi collegati. Philips riassume il tutto parlando di “USB C Docking Monitors”, ovvero monitor così polivalenti da consentire l’uso di un singolo cavo per collegare il vostro ultimo portatile.

A giugno assisteremo all’arrivo sul mercato di un 24 pollici Full HD chiamato 241B7QUBHEB e un 27 pollici WQHD con il nome 272B7QUBHEB. Entrambi hanno un pannello IPS e sono definiti frameless, anche se solo su tre lati, e mettono a disposizione tanto USB C quanto Displaylink per il collegamento rapido dei vostri dispositivi.

Il 24” ha una luminosità di 250 cd/m2, mentre il 27” arriva a 350 cd/m2. Entrambi hanno ingressi HDMI, DisplayPort, USB C, un’uscita DisplayPort e una RJ45, nonché un’uscita DC. Tramite l’USB C si possono inoltre ricaricare dispositivi fino a 65 watt. Presente un hub formato da quattro porte USB 3.1, oltre a due speaker da 2 watt. Entrambi i modelli possono essere regolati in altezza fino a 150 mm.

C’è poi una gamma di monitor per chi ha bisogno di un’area di lavoro più ampia. Sul mercato è già arrivato a febbraio un 49 pollici IPS chiamato 499P9H con risoluzione 5120×1440 pixel, luminosità di 350 cd/m2 e un insieme di porte formato da USB C, due HDMI, DisplayPort, un’uscita DisplayPort e un RJ45.

In queste settimane Philips ha aggiunto alla propria linea un 32 pollici IPS chiamato 329P9H con risoluzione 3840×2160 pixel e luminosità di 350 cd/m2.

Gli ingressi prevedono due HDMI 2.0, una DisplayPort 1.2 e una USB 3.1 Gen2 (che può fornire fino a 65 watt). Troviamo inoltre un’uscita DisplayPort, un RJ45 e quattro USB 3.1. C’è anche un’uscita cuffie, accanto a due speaker da 3 watt. Il monitor, tra l’altro, è regolabile in altezza su 180 mm.

In ottobre arriverà invece un 43 pollici IPS chiamato 439P9H con risoluzione 5120 x 1440 pixel, luminosità di 300 cd/m2 e un set di altre caratteristiche del tutto simile. Tratto comune e interessante di questi monitor è la webcam “popup”, cioè a scomparsa per garantire la massima privacy, compatibile con Windows Hello.

Per concludere Philips è pronta a espandere la sua gamma di monitor destinati alle console da gioco, la linea Momentum, con un modello da 32 pollici chiamato 326M6VJRMB.

Si aggiunge a una proposta simile da 43 pollici. L’azienda ha verificato come non tutti i giocatori possano installarsi in casa una TV da 65 pollici, giocandoci alla giusta distanza, di conseguenza soluzioni di dimensioni minori sono appetite e richieste.

Il 32 pollici in questione si basa su un pannello MVA, ha una risoluzione di 3840×2160 pixel a 60 Hz e una luminosità tipica di 400 cd/m2, che sale a un picco 600 cd/m2, cosa che gli consente di ottenere la certificazione VESA DisplayHDR 600 (otto zone di local dimming).

Il monitor copre il 98,61% del color gamut DCI-P3 e ha un contrasto pari a 3000:1. Non manca il supporto alla tecnologia Adaptive Sync (FreeSync) tra 40 e 60 Hz, supportata attualmente nel mondo console da Xbox One S e Xbox One X. Il tempo di risposta è di 4 ms.

Philips 326M6VJRMB può essere regolato in altezza su 110 mm, può essere inclinato e ha un hub formato da quattro porte USB 3.0, due delle quali con ricarica rapida. Impreziosiscono il tutto la tecnologia di illuminazione AmbiGlow e l’audio DTS (2 speaker da 5 watt). Il prezzo previsto è di 599 euro.